Il segreto dell’effetto placebo - Interessante! - Catalogo articoli - Paradisi Per l'Anima
Paradisi
        Per L'Anima
Menu del Sito


Nuovi Articoli
Il bianco mantello della decrescita
[17.02.2012]
Chiudete il coperchio del water!!!
[10.07.2011]
Come di solito la gente si rovina il destino?
[15.05.2011]
Fukushima ovvero il crollo del paradigma nucleare
[19.03.2011]
Un Qualcosa sull'Amore
[12.02.2011]
Articoli a scelta casuale
La “vita” di una mucca da latte



Vaccinazioni e microchip?



Il bimbo ti ascolta fin dal grembo



Potere alla parola



La Terra è viva: respira, ha coscienza, empatizza



Il nostro questionario
Pronti per la vita in ecovillaggio?

Risposte in totale: 458
Home » Articoli » Interessante!

Il segreto dell’effetto placebo
Il placebo è una «tettarella» — una pillola o una soluzione dove non è contenuta alcuna medicina. Tuttavia, possono "curare”. Non tutti, certo, ma molte persone. Specialmente quando alle persone viene detto, dai medici, che gli si sta somministrando la medicina più nuova. E vien spigato loro come dovrebbe agire.
Tale miracoloso effetto è stato sperimentato per la prima volta nel 1955. Successivamente gli anestesisti del  Boston Henry Beecher hanno notato, con sorpresa, che inutilissime pillole di zucchero o bicchieri d’acqua agivano con beneficio sul 35% dei pazienti.
— Il fenomeno placebo è più presumibilmente fisico che psicologico , — dice Jon-Kar Zubieta  dell’Università del Michigan.
— Non parliamo di misticismo: l’illusione, provoca concreti cambiamenti nel cervello.
Gli scienziati hanno utilizzato queste «tettarelle» con alcuni volontari, assicurando loro si trattasse di potenti anestetizzanti. Il dolore passava veramente. Il Dr. Zubieta riuscì a definire tramite scansioni del cervello, i neuroni — cellule nervose — come una risposta alle rassicurazioni sull’efficienza della medicina — e cominciò a sviluppare le endorfine.  Tali sostanze narcotiche naturali estinguevano il dolore, bloccando le terminazioni nervose.
Anche se duramente, è ugualmente possibile spiegare i casi di guarigione da vere malattie.

Una bugia a fin di bene

Riportiamo solo due fra le tante storie reali, ma siamo sicuri ne abbiate sentite a vostra volta a bizzeffe.

La zia di una conoscente di chi ha raccontato questa prima storia, era ammalata di cancro alla tiroide. Le era anche stata data una scadenza: tre mesi. Questa signora, una sessantenne amante della vita, in una settimana era diventata come un vegetale grinzoso. I parenti, disperati, hanno provato  tutto ciò che si potesse ritenere possibile ed impossibile e sono venuti a sapere di un guaritore. Costui ha recitato degli, chiamiamoli,  incantesimi e alla fine ha dichiarato che la signora era completamente guarita. Dopo tre mesi la zia è tornata dai suoi medici e ne è uscita come se il cancro non l’avesse mai avuto! E da quel momento sono passati altri sei anni.
 Un altro caso molto famoso è quello di un guaritore delle Filippine. Colui che "operava” senza bisturi, estraendo cancri dai corpi dei pazienti con le mani. Da tutto il mondo gente alla quale la medicina ufficiale aveva dato zero speranza, accorreva da lui. Dal punto di vista degli scettici, queste operazioni non erano altro che artifici. Funzionava così: le mani del "chirurgo” massaggiavano il paziente e, improvvisamente, si macchiavano di sangue, mentre egli cominciava (apparentemente) ad estrarre delle interiora che gettava istantaneamente in un bidone. "Ti ho portato via la malattia” — affermava il guaritore.
Sono state fatte, naturalmente, delle indagini ed in effetti tutto quell’ambaradan non era altro che un grosso trucco: senza farsi notare, prendeva da sotto il tavolo interiora di tacchini, polli, ecc. Beh, il paradosso sta proprio nel fatto che di dieci delle persone che la medicina aveva condannato a morte certa, sei erano completamente guarite.

Una spinta nella direzione giusta

— Influenze simili sulle persone vengono chiamate programmino o suggestione, — dice il medico-psicoterapeuta, autore del libro "I segreti del cervello: scienza o misticismo?"(solo in lingua russa)  Paul Korsakov. — Sono sensibili ad esse specialmente le persone con un sistema nervoso debole e facilmente eccitabile. Coloro ai quali è facile infondere sentimenti di paura nei confronti di qualcosa. Oppure, al contrario, coloro che si rasserenano molto facilmente, anche solo con una storiella a lieto fine.
La stessa forte influenza su un organismo fornisce anche autosuggestione quando la persona stessa crede devotamente nell’abilità dell’organismo di auto curarsi o nelle proprietà di un qualche rimedio.
— In base alle statistiche una persona su cinque è superstiziosa, — continua Korsakov. — e proprio queste persone contano sui "maghi”. Anche i peggiori ciarlatani possono guarire questi individui, se saranno in grado di influenzare correttamente la loro psiche. La cosa importante è che c’è stata una spinta.
Ma parliamo della spinta a guarire, non ad autodistruggersi, — ci avverte il luminare. — In quanto allo stesso modo una persona può autosuggestionarsi sul fatto che la morte sia dietro l’angolo.

E’ conosciuta una storia che riguarda un criminale condannato a morte. Egli era bendato e gli stavano inculcando che gli avessero aperto le vene e che stesse sanguinando. In pochi minuti è morto, nonostante il vero liquido che scendeva sul suo corpo non era altro che acqua calda.
Il professore russo Vladimir Zelenin (1881—1968 ), uno dei fondatori dell’elettrocardiografia, sperimentò su alcuni pazienti delle iniezioni ipodermiche di pura acqua. Informandoli che stava somministrando loro un termoregolatore, ottenne come risultato che le temperature della maggior parte di loro realmente crescesse.

Non mangiate il pasto del capo — è velenoso

Alcuni scienziati, investigando su come lavora il nostro cervello, hanno raggiunto la conclusione che in esso vi siano dei riflessi incondizionati, che ci portiamo dietro fin dalla nascita, e riflessi condizionati, che si sviluppano nel corso della vita. Per esempio, qualcuno vi punge alla mano con un ago ed ogni volta suona un campanellino. Dopo un certo numero di volte che la cosa si ripete, ritrarrete la vostra mano al suono d’un campanellino. Non siete stati punti ma tuttavia la mano s’è ritratta involontariamente. E’ stato creato un riflesso. L’accademico Ivan Pavlov ha definito questo tipo di percezione come il primo sistema d’allarme. Ne esiste anche un secondo. Come irritanti condizionali abbiamo le parole, le suggestioni e le autosuggestioni. Entrambi questi sistemi sono connessi l’un l’altro e sono coinvolti nell’attività mentale di una persona. Eccovi un esempio.

 Una tribù delle Isole Tonga (a sud-ovest dell’Oceano Pacifico) ha questa credenza popolare: colui che mangerà il pasto del capo tribù, condannerà se stesso a morte certa. Ed una volta è accaduto un tragico episodio. Uno dei supremi capi aveva lasciato i resti del proprio pasto sull’erba. Un uomo, proveniente da un’altra tribù, li aveva trovati e mangiati. Poi qualcuno aveva detto a quell’uomo che aveva ingerito il cibo di un capo. L’uomo ha cominciato ad avere degli spasmi allo stomaco e poco dopo è morto.

Anche i bugni spariscono con la felicità

Suggestione ed autosuggestione attuano anche una "congiura” sul nostro subconscio mentre guardiamo la pubblicità. Riportiamo alcune esperienze inerenti i cosmetici: persone con problemi identici reagiscono differentemente utilizzando lo stesso prodotto.  Nel reparto dermatologico di una clinica, è stata dunque data, ad alcuni pazienti con problemi di acne, una crema. E’ stato detto loro che si trattava dell’ultimissimo ritrovato della scienza. I risultati sono stati controllati in un mese. Coloro che credevano ciecamente nel portentoso prodotto, hanno ottenuto una notevole riduzione dell’acne. Inoltre è stato riportato che la loro pelle ne era risultata alla fine più morbida e liscia.
Altri pazienti hanno usato la stessa crema. Ma prima di essa ne avevano usate diverse altre — risultate inefficienti. Di conseguenza, erano delusi in partenza e non riponevano alcuna fiducia che esistesse veramente un prodotto capace di liberarli dai brufoli. Costoro non hanno potuto beneficiare della "crema miracolosa”. I bugni non sono diminuiti e, in alcuni casi, sono addirittura aumentati.
Ora, per dirla come sta, a nessuno di quei pazienti è stata somministrato l’ultimo ritrovato della scienza nella guerra contro l’acne. Si trattava di una semplice cremina neutra che, in ogni caso, male non poteva fare. Il segreto sta proprio nello spirito delle persone stesse. Coloro che incondizionatamente hanno riposto la loro più completa fiducia nei medici, ne hanno tratto beneficio. Gli scettici non hanno ottenuto alcun effetto.
— In casi come questo, le persone hanno avuto a che fare col programmare la loro volontà: se non vogliamo, nessuno può suggestionarci e non ci farà autosuggestionare. — spiega il Dr. Korsakov.

Una lingua maliziosa è peggio d’una pistola

Già molti secoli fa s’era notato che suoni e parole possono entrambi fare del bene o del male ad una persona. Ed ora la fisica è in grado di spiegare ciò come un fatto. Perché? La risposta è che ogni nostro singolo organo ha una propria frequenza. O fluttuazione. E se essa è corretta, gli organi funzionano normalmente. I suoni che provengono dall’esterno posseggono a loro volta delle energie vibranti che influenzano non solo il timpano dell’orecchio ma anche l’organismo nella sua interezza. Di conseguenza, possono variare le frequenze o le fluttuazioni del cuore, fegato, cervello. Sia nel bene che nel male.
C’è una teoria della fisica che dice che suoni e parole "reagiscono” con l’organismo di una persona, in questo modo:

Primo, una parola influenza la volontà. Perché bisogna pensare cosa dire e come farlo.
Secondo, questa energia viene trasformata dal sistema nervoso in impulsi elettrici e parzialmente come un "grumo” che viene irradiato fuori.
Terzo, una parte dell’energia degli impulsi elettrici approda alle corde vocali, dove viene trasformata in vibrazioni sonore.
Quarto, l’energia delle vibrazioni sonore, che passa dalle cellule dell’organismo, evoca in esse i corrispondenti cambiamenti.

Per dirne di più, dalle parole un leader della fisica quantistica P. Gariaev (si può leggere qualcosa su di lui in wikipedia, purtroppo solo in inglese QUI ed uno dei suoi video)  apprendiamo che il "dar aria alla bocca” influenza le molecole del DNA, che possiede l’eredità di una persona. Ecco perché il male, la rudezza ed il turpiloquio distruggono le connessioni del DNA in una persona — ed essa può ammalarsi. Invece le parole buone tengono le strutture a norma, addirittura permettendo un allungamento della vita.

Programmarsi la fortuna

I segreti dell’autosuggestione non sono stati approfonditi completamente. E sono tanti. Ogni persona possiede delle potenzialità per curarsi o rovinarsi psichicamente e fisicamente. Ma non tutti possono rendersi conto di questo. E’ un grande sbaglio pensare che la nostra vita dipenda dalle circostanze.
Si possono anche considerare tutti i sensitivi come ciarlatani e forse lo sono anche. Ma sono noti moltissimi casi di persone pressate dai problemi che si sono recate da uno di essi per chiedere aiuto e la cosa ha funzionato, le cose hanno cominciato ad andare meglio e normalizzarsi. A volte c’è solo bisogno di tirare un grilletto, che dia una spinta.
A volte per una persona è difficile credere che si possa cambiare qualcosa nella vita mediante i propri sforzi. E per permettere ad una persona di concretizzare il proprio potenziale nascosto, c’è colo bisogno dell’approvazione di qualcuno. Ecco perché c’è chi va dai guaritori e c’è chi si reca da un caro amico. E solo alcuni hanno un credo  abbastanza forte da  essere in grado di attuare qualche piccolo miracolo. Provate a notare quando andate da una persona a voi vicina lamentandovi dei problemi, questa persona vi ascolta, vi capisce e vi dice sincere parole di supporto; tutto ciò vi farà entrare in periodo di grazia.  Il principio base di questo programmino è il farvi sintonizzare alla fortuna in un modo o in un altro. E poi di mobilizzare forze che in precedenza non erano abbastanza. E quali siano queste forze — c’è ancora da studiare e studiare.

Categoria: Interessante! | Aggiunto da: paradisiverdi (13.03.2010)
Visto: 3172




Commenti in totale: 0
Discutiamo insieme questo articolo nel FORUM
Solo utenti registrati possono aggiungere commenti.
[ Registrati | Login ]
Annuncio


Amici di ParadisiVerdi, il 10% di sconto per voi sui libri di Megre! Codice sconto MO1, cliccate qui!


Novità in Cinema Verde
Comprare, buttare, comprare
Film
Babies
Film
Report - Il boccone del prete
Film
La vita emotiva degli animali da fattoria
Film
Il Vento fa il Suo Giro
Film
Nuovi File
L'orto didattico
[03.01.2010]

Tecnologia RFID. Il nostro bisogno di schiavitù?
[14.11.2009]

Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO
[27.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 21-27 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 10-20 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Amici del Sito
Selvatici

Ecovillaggio Rassvet, Ucraina

Un diavoletto naturalista

Il Mondo (é) SOSTENIBILE

Vivere Altrimenti

Dianusa - 'I Cedri Sonori' in Romania

Giardino

Arredo giardino

Fiori

Giardino
Luna Oggi
Il pulsante di Paradisi




Se volete fare uno scambio di banner o link, cliccate qui!
Statistica

Cerca
Copyright paradisiverdi © 2008 - 2016 Hosted by uCoz