A Bari è in funzione il biostabilizzatore dei rifuti. Ma come funziona? - 26 April 2010 - Paradisi Per l'Anima
Paradisi
        Per L'Anima
Menu del Sito


Nuovi Articoli
Il bianco mantello della decrescita
[17.02.2012]
Chiudete il coperchio del water!!!
[10.07.2011]
Come di solito la gente si rovina il destino?
[15.05.2011]
Fukushima ovvero il crollo del paradigma nucleare
[19.03.2011]
Un Qualcosa sull'Amore
[12.02.2011]
Articoli a scelta casuale
Come di solito la gente si rovina il destino?



Solstizio d'Estate - Una festa della natura



L'autentico miracolo della nascita



Una dieta a base di... sole!



"E' la fine della vita e l'inizio della sopravvivenza"



Il nostro questionario
Pronti per la vita in ecovillaggio?

Risposte in totale: 458
Home » 2010 » Aprile » 26 » A Bari è in funzione il biostabilizzatore dei rifuti. Ma come funziona?
A Bari è in funzione il biostabilizzatore dei rifuti. Ma come funziona?
01:00
L’impianto, costato quattordici milioni di euro, interamente finanziati con fondi POR 2000-2006, è stato realizzato a tempo di record: il bando di gara è stato pubblicato a luglio del 2008 e il biostabilizzatore ha superato il collaudo tecnico funzionale a Natale 2009.
Il biostabilizzatore è in grado di trattare 146.000 tonnellate di "talquale” che Bari produce annualmente riducendo del 30% la quantità di "umido” conferita in discarica.
Per la gestione della cosiddetta parte secca dei rifiuti, che verrà definita con il piano d’Ambito, saranno utilizzati i fondi europei 2007-2013.
Il biostabilizzatore a pieno regime è in grado di ridurre il volume e anche la carica batteriologica di quattrocento tonnellate di spazzatura, che rappresentano il 90% circa della produzione giornaliera di rifiuti a Bari. I rifuti vengono prima triturati e successivamente sistemati nelle 24 "biocelle” dell’impianto. Questi spazi di 1000 metri cubi sono dotati di speciali filtri di aerazione e particolari sistemi di monitoraggio delle temperature.
E’ qui che avviene la maturazione dei rifiuti che per tre giorni vengono trattati a 65 gradi per tre giorni, accelerando così il naturale decadimento della parte organica della spazzatura. In questo modo invece di venti anni, come avviene in natura, l’umido impiega solo sedici giorni a deperire. Dopo questo trattamento la frazione secca e la frazione umida vengono separate: a questo punto si recuperano i rifiuti ferrosi che possono essere riutilizzati.
I sistemi di trattamento biologico delle biomasse si basano sul processo della degradazione della componente organica che fermenta producendo gas metano e hanno per obiettivo oltre alla riduzione fisica dei rifiuti e del percolato, anche la riduzione dell’impatto ambientale sulle discariche.
L’indice respirometrico è un parametro fondamentale per la valutazione della stabilità di una biomassa. Dai dati rilevati dall’Arpa durante il periodo del collaudo dell’impianto dell’AMIU, sui campioni prelevati dopo il trattamento indicano che l’indice respirometrico è intorno a 300 mmgr cioè molto inferiore al limite di legge per la salvaguardia della salute umana.

Tratto da: news.prendicasa.it
Visto: 931 | Aggiunto da: paradisiverdi
Commenti in totale: 0
Solo utenti registrati possono aggiungere commenti.
[ Registrati | Login ]
Annuncio


Amici di ParadisiVerdi, il 10% di sconto per voi sui libri di Megre! Codice sconto MO1, cliccate qui!


Novità in Cinema Verde
Comprare, buttare, comprare
Film
Babies
Film
Report - Il boccone del prete
Film
La vita emotiva degli animali da fattoria
Film
Il Vento fa il Suo Giro
Film
Nuovi File
L'orto didattico
[03.01.2010]

Tecnologia RFID. Il nostro bisogno di schiavitù?
[14.11.2009]

Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO
[27.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 21-27 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 10-20 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Amici del Sito
Selvatici

Ecovillaggio Rassvet, Ucraina

Un diavoletto naturalista

Il Mondo (é) SOSTENIBILE

Vivere Altrimenti

Dianusa - 'I Cedri Sonori' in Romania

Giardino

Arredo giardino

Fiori

Giardino
Luna Oggi
Il pulsante di Paradisi




Se volete fare uno scambio di banner o link, cliccate qui!
Statistica

Cerca
Copyright paradisiverdi © 2008 - 2016 Hosted by uCoz