La vita emotiva degli animali da fattoria - Film - Cinema Verde - Paradisi Per l'Anima
Paradisi
        Per L'Anima
Menu del Sito


Nuovi Articoli
Il bianco mantello della decrescita
[17.02.2012]
Chiudete il coperchio del water!!!
[10.07.2011]
Come di solito la gente si rovina il destino?
[15.05.2011]
Fukushima ovvero il crollo del paradigma nucleare
[19.03.2011]
Un Qualcosa sull'Amore
[12.02.2011]
Articoli a scelta casuale
Uscire dalla gabbia



"E' la fine della vita e l'inizio della sopravvivenza"



Pane a tre colori



COS’E’ UN ECOVILLAGGIO?



Master class in intaglio di cucchiai



Il nostro questionario
Pronti per la vita in ecovillaggio?

Risposte in totale: 458
Home » Cinema Verde » La vita emotiva degli animali da fattoria

La vita emotiva degli animali da fattoria
12.09.2010


Per conoscere gli animali da fattoria, l'affetto che sanno dare e ricevere, la loro dignità, la loro bellezza.
Un documentario basato sul libro "Il maiale che cantava alla luna" dello scrittore di fama internazionale Jeffrey Masson. Adatto a tutte le età, particolarmente indicato per la visione nelle scuole medie inferiori e superiori, questo video mostra gli animali "da fattoria" per quello che sono realmente, esseri senzienti e non "macchine" come sono oggi considerati negli allevamenti intensivi. Nel video impareremo a conoscere questi animali, che solitamente non vengono né amati, né rispettati. Vedremo come vivono in natura, e come vivono invece nella dura realtà dell'allevamento, ma anche come potrebbero vivere se venissero rispettati, l'affetto che sanno dare e ricevere, la loro dignità, la loro bellezza, dentro e fuori. Evitare il loro sfruttamento e la loro morte dipende solo da noi: basta smettere di mangiarli.


Aggiunto da: paradisiverdi |
Visto: 3786
Commenti in totale: 191 2 »
05.02.2011 Spam
19. Giovanni Rossi (john-il-rosso)
per concludere e poi vi assicuro che cambio argomento, personalmente biggrin

noi tutti abbiamo subito danni a causa dei vaccini, quando si viene vaccinati fin dalla nascita: basse difese immunitarie e tutto ciò che ne consegue. è molto probabile che il tuo 2% si riferisca a coloro che hanno subito danni considerevoli, subito evidenti. ma è ben chiaro che la percentuale è ben maggiore, se guardi a come è veramente. quindi si, di nuovo, le statistiche sono veritiere ed un buon punto di riferimento cool PASSO E CHIUDO! biggrin


05.02.2011 Spam
18. Giovanni Rossi (john-il-rosso)
guarda sSera mi sembra che ormai ci sia rimasto poco da discutere qui io e te, perché mi sembra che tu non legga bene cosa ti scrivo oppure non presti attenzione a cosa ti ho scritto, perche le tue risposte spesso non c’entrano niente con quanto io ti rispondo. io non ho detto niente dei salutisti, io ti ho detto di come la natura ci abbia creato, cioè vegetariani. poi anche tra i vegetariani ci sono quelli che mangiano pizze e lasagne tutti i giorni (sempre vegetariane), bevono molto alcol e varie cose così, e non sono salutisti per niente, solo che hanno rispetto per gli animali oppure altre ragioni, non so. per te la qualità della vita non è la salute, non è la lunghezza della vita, non lo è neanche troppo la spiritualità, ma l’intelletto. va benissimo, ed in ogni caso, di solito, sono proprio i vegetariani quelli che si interessano di più alla spiritualità e, in generale, a svariatissime cose, perché sono un po’ diversi dalla maggioranza delle persone. poi, la leggerezza di pensiero permette di essere più agili, avere una memoria migliore, più energie per studiare, conoscere. non fraintendermi come sempre, non sto dicendo che solo i vegetariani siano intelligenti, ma che i vegetariani s’interessano di più nelle cose che permettono di sviluppare se stessi. non so perché sia così, magari per le ragioni che ti ho descritto io (anche quanto scritto nel commento precedente, non so neanche se l’hai letto viste le cose che scrivi), o magari solo perché io non ho incontrato ancora persone vegetariane e non tendenti allo spirituale (e per default anche intellettuali).
per quanto riguarda i gatti sterilizzati, sono d’accordo con te, ma questo non c’entra proprio nulla col discorso che stiamo facendo.

ma anche il discorso dei salutisti è abbastanza insensato, in quanto non è che pensino SOLO al corpo, e come dire che quelli che mangiano la carne pensano solo alla carne.

ragazzi paradisiverdi, si, sicuramente, scusate mi sono fatto prendere un pochino da questo argomento biggrin ma ora basta, aggiungo solo che a me stanno benissimo le persone che mangiano la carne, io ho molti amici che lo fanno e gli voglio bene, con seradestate ho solo cercato (senza successo perché anche credendo nell’intelletto non crede nell’anatomia biggrin ) di spiegare che sia più naturale mangiare in un certo modo, ma poi ognuno scelga la propria strada, certo.


05.02.2011 Spam
17. Marco e Olesya (paradisiverdi)
Ragazzi è diventato il video più commentato grazie a voi biggrin Vi vogliamo ricordare che su questo argomento (come su moltissimi altri) ci saranno sempre opinioni svariate e si potrebbe andare avanti per sempre. Certamente potete continuare, solo che magari, visto che siete così attivi nelle discussioni, potreste anche disquisire di qualcos'altro, ci sono anche altri video e articoli! Presto pubblicheremo un nuovo articolo sul nucleare e le energie rinnovabili, magari potreste dire la vostra anche lì smile Vedrete che alla fine lo troverete qualcosa su cui siete d’accordo biggrin

04.02.2011 Spam
16. alessandra (seradestate)
Si sò come funzionano le statistiche : solo il 2% dei vaccinati riporta danni da vaccini una cifra insignificante ( il danneggiato da vaccino è solo una cifra)mentre due ammalati di hH1N1 su 52 milioni
di persone è allarme generale ...
Soprassediamo ...
Nella qualità di vita migliore includo l'intelletto ...
i salutisti che pensano solo al loro corpo non m'interessano ...
questo anche per risponderti al mio interesse "spirituale"
e non m'interessano nemmeno le persone troppo
sentimentali ... quelle con il gatto in casa sterilizzato per fare un esempio.

03.02.2011 Spam
15. Giovanni Rossi (john-il-rosso)
no seradestate, non devono vivere tutti secondo gli standard scientifici. lo dovrebbero fare coloro che ci tengono particolarmente alla loro salute. in ogni caso, io non espongo solo dati scientifici, io ti parlo anche a livello spirituale, anche se, da quel che mi sembra di capire, tale aspetto a te interessa ancora meno di quello scientifico, magari mi sbaglio. tuttavia, sono proprio le statistiche che determinano la realtà, ci sono degli eventi e le statistiche li calcolano. non è che esiste una statistica e la vita si sottomette alle cifre, sai come funziona? perché ciò che hai detto non ha alcun senso… seguendo una dieta vegetariana si vive generalmente più a lungo, si, e proprio con una qualità di vita migliore, perché c’è da preoccuparsi meno delle malattie, la mente è più sobria anche in età avanzata. ora non so neanche se sia il caso di dirti che chi segue una dieta vegetariana abbia elevatissime possibilità di evitare il cancro, per esempio, una dieta naturale consente all’uomo di ottenere una eccellente qualità della vita, io ti posso stilare una lunghissima lista di patologie che chi segue una dieta vegetariana evita in vita, non è questa la qualità della vita? proprio perchè la carne è nociva. e so cosa dico, fidati smile poi… mi parli di qualità. se le gioie della vita si trovano solo nell’ingozzarsi di bistecche, beh… è un po’ triste, ma che dirti, da una parte c’è quel buon sapore di ciccia, dall’altra c’è una longeva vita all’insegna del benessere e della leggerezza fisica, mentale e spirituale. poi, ognuno fa quel che crede. in ogni caso, come volevasi dimostrare. quindi, riassumendo: si, la qualità della vita è migliore.

il discorso intelligenza è opinabile tongue a parte gli scherzi, non ho mai detto che un vegetariano sia più intelligente di un carnivoro, stiamo parlando di cosa sia più naturale ed io te lo sto dicendo, principalmente da medico, più che da simpatizzante. la salute dipende moltissimo da cosa noi mangiamo, prevenendo le malattie mediante una dieta naturale una persona è anche più libera di concentrarsi sulla propria intelligenza, famiglia, sull’arte o quant’altro, e non sull’acidità di stomaco, perché poi anche il peggio viene da se. insomma, ti dico anche questo, chi si interessa per la propria salute legge, approfondisce, effettua delle scelte. chi se ne frega si abbuffa e chi vivrà vedrà. alcune persone che conosco hanno effettuato questa scelta, come me, e ti garantisco che, a prescindere dai concreti studi medici che confermano quanto ti dico, la qualità della vita è proprio potenziata, più energie, più leggerezza, più concentrazione, risultati visibili ad occhio nudo! tra l’altro ho visto che marco e olesya hanno pubblicato questo video http://paradisiverdi.ucoz.com/load/1-1-0-38 una signora è guarita dall’osteoporosi cominciando una dieta vegetariana, guarda il video e trai le tue conclusioni.

o forse mi sfugge qualcosa… cosa intendi tu per qualità della vita? se tu non intendi ne salute ne spiritualità, allora a cosa ti riferisci?

tornando agli inuit, per pescare usano il kayak che è una barca A MOTORE che di certo non hanno costruito con le ossa di tricheco, questo implica che si sono integrati col mondo circostante. volendo, guarda anche questa foto: http://upload.wikimedia.org/wikiped....in.jpg. non indossano pelli d’orso bianco e non sono in un igloo, mi sembra, infatti hanno smesso di abitare negli igloo alla fine degli anni 60 e quelli che indossano sono moderni giacchetti di nylon. serve altro? a disposizione happy


02.02.2011 Spam
14. alessandra (seradestate)
statistiche e parametri ... dobbiamo vivere tutti secondo gli standard "scientifici" ?
Gli inuit non si sono integrati con il mondo circostante ...
semplicemente anche quel modo di essere non è più possibile
perchè non rientra negli standard scientifici moderni... esattamente come gli indios e gli aborigeni e che altro ...
forse l'uomo moderno vivrà più a lungo ma la qualità? esattamente come gli animali da allevamento..
occorre poi ricordare che ci sono altre qualità negli esseri umani che non dipendono da cosa mangiano ...
non è che detto che un vegetariano sia più intelligente di un carnivoro ...

01.02.2011 Spam
13. Giovanni Rossi (john-il-rosso)
sei proprio forte seradestate biggrin prima di tutto io non voglio convincere nessuno di niente, io riporto solo i fatti, neanche cose filosofiche, ma proprio terra terra. è la stessa cosa che faccio quando capitano le chiamate per intossicazione da alcol e/o droghe, io dico quello che devo dire, poi sta alle persone decidere se continuare a bere oppure no, ognuno ha un cervello e sta a lui usarlo o meno
ed ora veniamo ai nostri amici inuit biggrin bravissima gente, per carità, ma che per favore non si scambi necessità per natura. dalle loro parti non cresce granche d'insalate varie, ed è per questo che vivevano non piu di 30-35 anni. 30 capisci?? Per molti di noi molti la vita appena è cominciata in questa età, figli, famiglie, mentre per loro era il capolinea... e questo proprio perchè mangiavano solo carne e pesce, il che non è naturale per l'uomo, ripeto. parlo al passato perché ora dopo che questi popoli hanno cominciato un po' ad integrarsi con il mondo circostante ed hanno cominciato ad avere più possibilità per una dieta più varia ,sono arrivati a vivere anche fino a circa 50 anni, e basta! dunque, seradestate, citando gli inuit m'hai solo dato modo di confermare quanto detto da me finora.
quindi direi di finirla qui, che dici? tanto sembra che tu non sappia nemmeno più cosa rispondere e, in ogni caso, io rimango della mia idea e tu della tua, in effetti mi sono scontrato più d'una volta con gli amanti della bistecca e pare non ci sia veramente verso di far passare concetti anche molto ovvi e semplici, dati scientifici e statistiche alla mano e quant'altro. in ogni caso c'è sempre qualcosa su cui aggrapparsi per difendere quel morso di bistecca biggrin

31.01.2011 Spam
12. alessandra (seradestate)
...sarà difficile convincere gli inuit a mangiare l'insalata ...

31.01.2011 Spam
11. Giovanni Rossi (john-il-rosso)
sono d'accordo con te seradestate, che tutto nell'universo sia nostro pari, ed anche sul fatto che gli animali non siano nostri eguali. ma in ogni caso dobbiamo trattarli con tutto rispetto. non si possono fare certe cose! si, sicuramente non bisogna essere estremisti. non è che se un lupo mi salta addosso per mangiarmi (e lo farebbe perchè per lui sono una preda, e non un predatore come lui, non attaccherebbe mai una lince per nutrirsi) io non faccio niente, cercherei certamente di proteggermi. ma allo stesso tempo, il comportamento che l'uomo ha nei confronti di tutto ciò che lo circonda non è degno di essere chiamato umano - l'uomo è l'unico che può sovvertire l'ordine delle cose (come hai detto tu).
inoltre, io non dico di piegare la legge naturale, non capisco perchè hai scritto ciò. io vorrei solo che tutti fossero giusti, rispettosi di questi leggi. naturalmente noi non siamo carnivori, come hanno pertinentemente spiegato i ragazzi di paradisiverdi, proprio per questo motivo le persone si ammalano sempre di più, come medico confermo che ci sono studi che lo provano. e coloro che scelgono una dieta naturale per l'uomo, cioè vegetariana, diventano piu sani. e dunque, in questo discorso, sei tu che vai contro natura.

29.01.2011 Spam
10. Marco e Olesya (paradisiverdi)
Beh il guardiano non è una specie, bensì una occupazione. L’uomo lo è. Ok, l’uomo può anche avere un intelletto differente rispetto ad un animale (che tuttavia viene utilizzato nel minimo delle possibilità), tuttavia ciò non lo rende un predatore. Se lo fosse stato avrebbe avuto a sua disposizione artigli e denti affilati incorporati, così come la tigre ed ogni altro predatore naturale, come hai giustamente detto anche tu. Gli uomini sono solo capaci di uccidere tutto ciò che gli sta intorno, inclusi i propri simili. Poi ci sono anche da considerare la morfologia e l’anatomia, il nostro apparato digerente è come quelli degli erbivori, così come la nostra saliva e dentatura. Quindi risulterebbe anche facile trarre delle sensate conclusioni se le salsicce non fossero così buone wink Di conseguenza, la maggior parte delle persone vanno contro natura ed è per questo che i mali del secolo sembrano essere l’acidità di stomaco, malattie dell’intestino ed oncologiche, come è risaputo.

Riguardo ai Nativi, hai preso in considerazione il punto più irrilevante della nostra risposta e pare, inoltre, che tu l’abbia frainteso. Leggi meglio: sfortunatamente tali indiani non esistono neanche più, quelli che vivono ora sono schiavi del sistema come tutti gli altri e coloro che noi citiamo fanno parte dei libri di storia. Questo vuol dire che rimangono un punto di riferimento nonostante siano ormai praticamente scomparsi. Noi li rispettiamo molto a livello spirituale e, benché non condividiamo il fatto che cacciassero, ammettiamo che almeno lo facevano con tutto un altro spirito, di profonda gratitudine nei confronti dell’animale che li avrebbe nutriti. Cosa che non succede in altri contesti.
Infatti abbiamo scritto “sfortunatamente” non esistono più, questo vuol dire che rispettiamo molto il loro modo di essere, utilizzando una terminologia corretta, grazie per la precisazione. Ma magari facciamo attenzione anche ai contenuti oltre che alle inesattezze espressive smile

Ma vogliamo dire che, in ogni caso, rispettiamo il tuo punto di vista, non pretendiamo di essere gli unici a possedere la Verità assoluta. Tutti i punti di vista hanno il diritto di esistere e per questo è inevitabile che appaiano discorsi di questo genere, e speriamo che nessuno si senta offeso smile


1-10 11-19
Solo utenti registrati possono aggiungere commenti.
[ Registrati | Login ]
Annuncio


Amici di ParadisiVerdi, il 10% di sconto per voi sui libri di Megre! Codice sconto MO1, cliccate qui!


Novità in Cinema Verde
Comprare, buttare, comprare
Film
Babies
Film
Report - Il boccone del prete
Film
La vita emotiva degli animali da fattoria
Film
Il Vento fa il Suo Giro
Film
Nuovi File
L'orto didattico
[03.01.2010]

Tecnologia RFID. Il nostro bisogno di schiavitù?
[14.11.2009]

Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO
[27.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 21-27 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 10-20 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Amici del Sito
Selvatici

Ecovillaggio Rassvet, Ucraina

Un diavoletto naturalista

Il Mondo (é) SOSTENIBILE

Vivere Altrimenti

Dianusa - 'I Cedri Sonori' in Romania

Giardino

Arredo giardino

Fiori

Giardino
Luna Oggi
Il pulsante di Paradisi




Se volete fare uno scambio di banner o link, cliccate qui!
Statistica

Cerca
Copyright paradisiverdi © 2008 - 2016 Hosted by uCoz