Paradisi
        Per L'Anima
Menu del Sito


Nuovi Articoli
Il bianco mantello della decrescita
[17.02.2012]
Chiudete il coperchio del water!!!
[10.07.2011]
Come di solito la gente si rovina il destino?
[15.05.2011]
Fukushima ovvero il crollo del paradigma nucleare
[19.03.2011]
Un Qualcosa sull'Amore
[12.02.2011]
Articoli a scelta casuale
La salute di pelle, denti e capelli!



I suoni e la parola nell’essere umano



Benvenuti all'Ecovillaggio Romashki!



La moglie dea



Come coltivare il proprio giardino da Tisane



Il nostro questionario
Pronti per la vita in ecovillaggio?

Risposte in totale: 460
Home » 2009 » Marzo » 28 » Crisi idrica. Forum mondiale sull’acqua. E in Italia è in corso la privatizzazione dell’acqua.
Crisi idrica. Forum mondiale sull’acqua. E in Italia è in corso la privatizzazione dell’acqua.
09:08
Ma cosa si è detto al Forum di Istanbul? In estrema sintesi: che tra vent’anni, al mondo, berremo uno su due e a determinare chi sarà il fortunato sarà la buona sorte e la capacità militare dello stato di appartenenza. Non è proprio il mondo in cui allevare i proprio pargoli per poi lasciarlo in eredità ai nipoti, non trovate? Nel 2030, insomma, con la concomitanza di più fattori, saremo sempre più gelosi delle nostre risorse idriche e dovremo anche difenderle gelosamente: le estati torride aumenteranno il rischio di siccità e lo scioglimento dei ghiacciai indurrà un pericoloso innalzamento dei livelli idrici di mari e fiumi provocando esondazioni in inverno.

I Paesi arabi sono quelli con meno disponibilità idrica in assoluto (hanno meno dell’1% delle risorse mondiali a fronte di una popolazione del 5%), ma le persone che attualmente non dispongono di acqua dolce potabile a sufficienza sono circa 1,2 miliardi e un altro miliardo e mezzo abbondante di individui ha difficoltà di approvvigionamento per motivi politici o economici. Sarà l’economia, infatti, a giocare un ruolo fondamentale in questa faccenda: solitamente, quando le risorse diminuiscono e cresce la domanda, si alzano i prezzi per ricavarne un guadagno maggiore. I rischi di speculazioni sull’acqua sono seri e molto di più che una semplice ipotesi.

L’oro blu diventerà sempre più richiesto e chi ne avrà così tanto da venderne farà enormi affari, un qualcosa di non paragonabile all’oro nero, al petrolio: dei combustibili fossili potremmo fare a meno (e speriamo vengano banditi presto, per il bene di tutti) mentre dell’acqua no. Le multinazionali si stanno muovendo da tempo e procederanno come hanno sempre fatto: prendono le risorse dove costano meno e le rivendono dove sanno che potranno essere vendute ad un prezzo più alto, senza considerare gli squilibri che così si innescano.

E se pensate che queste cose succedano solo nel Terzo Mondo, vi sbagliate. La privatizzazione dell’acqua è in atto anche in Italia: il bene primario per eccellenza, il 65% del nostro corpo, diviene un prodotto da commercializzare con le solite leggi di domanda ed offerta. Diverse città capoluogo sono già servite dai servizi idrici di aziende private e molte altre sono in procinto di fare questo stesso passaggio. Lo sapevate? Probabilmente no. Eppure è strano che nessuno dei governanti abbia sentito il bisogno di comunicarlo entusiasticamente alla Nazione…

(http://www.eco51.it/)

Visto: 615 | Aggiunto da: paradisiverdi
Commenti in totale: 0
Solo utenti registrati possono aggiungere commenti.
[ Registrati | Login ]
Annuncio


Amici di ParadisiVerdi, il 10% di sconto per voi sui libri di Megre! Codice sconto MO1, cliccate qui!


Novità in Cinema Verde
Comprare, buttare, comprare
Film
Babies
Film
Report - Il boccone del prete
Film
La vita emotiva degli animali da fattoria
Film
Il Vento fa il Suo Giro
Film
Nuovi File
L'orto didattico
[03.01.2010]

Tecnologia RFID. Il nostro bisogno di schiavitù?
[14.11.2009]

Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO
[27.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 21-27 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 10-20 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Amici del Sito
Selvatici

Ecovillaggio Rassvet, Ucraina

Un diavoletto naturalista

Il Mondo (é) SOSTENIBILE

Vivere Altrimenti

Dianusa - 'I Cedri Sonori' in Romania

Giardino

Arredo giardino

Fiori

Giardino
Luna Oggi
Il pulsante di Paradisi




Se volete fare uno scambio di banner o link, cliccate qui!
Statistica

Cerca
Copyright paradisiverdi © 2008 - 2017 Hosted by uCoz