Paradisi
        Per L'Anima
Menu del Sito


Nuovi Articoli
Il bianco mantello della decrescita
[17.02.2012]
Chiudete il coperchio del water!!!
[10.07.2011]
Come di solito la gente si rovina il destino?
[15.05.2011]
Fukushima ovvero il crollo del paradigma nucleare
[19.03.2011]
Un Qualcosa sull'Amore
[12.02.2011]
Articoli a scelta casuale
Torta delle feste Vegan



La moglie dea



Come creare un giardino di farfalle



I terremoti hanno un'anima?



Una dieta vegetariana per bambini?



Il nostro questionario
Pronti per la vita in ecovillaggio?

Risposte in totale: 460
Home » 2008 » Ottobre » 4 » Il salva-ANIMALI
Il salva-ANIMALI
04:13
L’Italia paese di animalisti? Da domani ha una chance in più di diventarlo. Esce in libreria “Committed. Autobiografia di un guastafeste”. L’autore è Dan Mathews, icona internazionale dei diritti degli animali nonché vicepresidente del Peta (People for the Etical Treatment of Animals), la più grande organizzazione animalista a livello mondiale. «Sono molto più eccitato per l’uscita del mio libro in Italia di quanto lo sia stato per il suo lancio in America» ci racconta, da Londra, Mathews. Nato nel 1964, californiano, Mathews ha fatto di tutto nella vita: commesso da Mc Donald’s, attore e fotomodello in Italia, professore di storia romana materia in cui s’è laureato: «Studiavo gli animalisti dell’antichità e tornato negli Stati Uniti, nonostante in Italia avessi buone prospettive come fotomodello e attore, decisi che da grande avrei fatto l’animalista». Mathews è uno un po’ matto. Uno che, vestito da coniglio gigante, irrompeva nei laboratori dove si praticava la vivisezione; o che, agghindato da prete, gettava scompiglio alle sfilate di moda dove si usavano le pellicce. anti vivisezione Primo incarico al Peta? L’occupazione dell’Istituto Nazionale di Sanità di Washington DC, a metà degli anni 80, per protestare contro il finanziamento degli studi sul trauma cranico condotti da Thomas Gennarelli, ricercatore dell’Università della Pennsylvania. «Gli esperimenti provocavano danni cerebrali a babbuini con l’obiettivo di replicare gli effetti di un incidente automobilistico o di un infortunio sportivo». Nonostante i video in cui le teste dei primati «venivano fatte saltare con tale violenza da far stramazzare i loro corpi legati come fossero bambole di pezza» - furono trasmessi da costa a costa, l’Istituto Nazionale di Sanità non condannò le pratiche e, anzi, dichiarò che gli interessava maggiormente far arrestare chi aveva fatto irruzione nel laboratorio per rubare i nastri e renderli pubblici. «Il Peta fu così costretto a intervenire per bloccare le barbarie e programmò l’occupazione a cui presi parte, la prima di tante». Il libro racconta le più eclatanti, in un susseguirsi di imprese per la difesa dei diritti degli animali

(http://www.libero-news.it/)
Visto: 630 | Aggiunto da: paradisiverdi
Commenti in totale: 0
Solo utenti registrati possono aggiungere commenti.
[ Registrati | Login ]
Annuncio


Amici di ParadisiVerdi, il 10% di sconto per voi sui libri di Megre! Codice sconto MO1, cliccate qui!


Novità in Cinema Verde
Comprare, buttare, comprare
Film
Babies
Film
Report - Il boccone del prete
Film
La vita emotiva degli animali da fattoria
Film
Il Vento fa il Suo Giro
Film
Nuovi File
L'orto didattico
[03.01.2010]

Tecnologia RFID. Il nostro bisogno di schiavitù?
[14.11.2009]

Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO
[27.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 21-27 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 10-20 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Amici del Sito
Selvatici

Ecovillaggio Rassvet, Ucraina

Un diavoletto naturalista

Il Mondo (é) SOSTENIBILE

Vivere Altrimenti

Dianusa - 'I Cedri Sonori' in Romania

Giardino

Arredo giardino

Fiori

Giardino
Luna Oggi
Il pulsante di Paradisi




Se volete fare uno scambio di banner o link, cliccate qui!
Statistica

Cerca
Copyright paradisiverdi © 2008 - 2017 Hosted by uCoz