Rifiuti eletronici: risultati e prospettive - 7 November 2009 - Paradisi Per l'Anima
Paradisi
        Per L'Anima
Menu del Sito


Nuovi Articoli
Il bianco mantello della decrescita
[17.02.2012]
Chiudete il coperchio del water!!!
[10.07.2011]
Come di solito la gente si rovina il destino?
[15.05.2011]
Fukushima ovvero il crollo del paradigma nucleare
[19.03.2011]
Un Qualcosa sull'Amore
[12.02.2011]
Articoli a scelta casuale
Un ettaro di felicità?



Pane a tre colori



Solstizio d'Estate - Una festa della natura



Come coltivare il proprio giardino da Tisane



Attenzione: controlliamo quello che compriamo!



Il nostro questionario
Pronti per la vita in ecovillaggio?

Risposte in totale: 458
Home » 2009 » Novembre » 7 » Rifiuti eletronici: risultati e prospettive
Rifiuti eletronici: risultati e prospettive
02:10
Presentati a Ecomondo 2009 di Rimini i dati del nuovo sistema RAEE.
Vecchi televisori, lavatrici non più funzionanti, frigoriferi fuori uso: qual è la situazione dello smaltimento di apparecchiature elettriche ed elettroniche in Italia? Se ne è parlato nel corso dell'incontro "Il nuovo sistema RAEE: risultati e prospettive" (a cura di FISE Servizi e promosso da Centro di Coordinamento RAEE, ANCI, ANIE, Federambiente, FISE Assoraee) tenutosi a Rimini in occasione di Ecomondo 2009, la 13a edizione della fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile.

In questa sede sono stati esposti i dati riguardanti il primo anno di attività del nuovo sistema, da novembre 2007 è entrato ufficialmente in vigore anche in Italia e disciplinato dal Decreto Legislativo 151 del 2005, la cui responsabilità è affidata direttamente ai Produttori, come previsto dalla Direttiva Europea (2002/96 presentati dal Centro di Coordinamento RAEE (Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche. La raccolta è concentrata soprattutto nelle regioni del nord ed in quelle del centro. Nel 2008 il Sistema multiconsortile di ritiro e trattamento ha raggiunto una raccolta di 65.000 tonnellate di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche domestiche, precisamente il 36% da apparecchiature refrigeranti, il 27% da Tv e monitor, il 20% dai grandi bianchi ed il 15% da apparecchi illuminanti. In termini di benefici ambientali tali risultati si traducono in un risparmio energetico pari ai consumi elettrici di una città di 100.000 abitanti e nella riduzione di C02 equivalente alle emissioni di 100.000 auto.

Le regioni del Nord (Lombardia, Veneto, Piemonte) e del Centro (Toscana, Emilia-Romagna), quelle in cui la raccolta di questo tipo di rifiuti è al momento prevalentemente concentrata, da sole hanno gestito il 65% dei Raee smaltiti dal nuovo sistema lo scorso anno. I risultati migliori sono stati raggiunti in Lombardia, con 27.596 tonnellate di rifiuti raccolte, seguita da Emilia Romagna (16.726 tonnellate) e Veneto (15.506 tonnellate). In coda, invece, la Basilicata con 499 tonnellate, il Molise con 330, e la Valle D'Aosta con 305. Dopo il primo anno di rodaggio, nel 2009 la raccolta è raddoppiata: soltanto nei primi otto mesi del 2009 sono state raccolte oltre 116 mila tonnellate, contro le 65 mila del 2008.

"Siamo nel secondo anno di attuazione concreta del nuovo regime Raee - ha commentato il presidente Fise Assoraee, Gabriele Canè - La macchina si sta sviluppando ma non è ancora completa, mancano importanti adempimenti normativi e una maggiore e migliore copertura a livello territoriale. L'obiettivo è quello di mettere a regime l'intero sistema per ridurre il gap che divide l'Italia dai paesi del Nord Europa in cui già si registrano, in alcuni casi, 10/14 kg per abitante annuo. Il varo e l'entrata in vigore del decreto sul ritiro '1 contro 1' è per il nostro settore una priorità in grado di rappresentare un punto di svolta nel raggiungimento degli obiettivi europei di raccolta e corretto smaltimento".

Il cosiddetto ritiro "1 contro 1", cui fa riferimento Gabriele Canè, è previsto dal Decreto sulla semplificazione a favore della distribuzione, che andrebbe a delineare quanto già previsto nel Decreto Legislativo 151/05 sui RAEE, ossia la consegna in un punto vendita di un dispositivo non più utilizzato al momento dell'acquisto di un nuovo prodotto. Stando a quanto dichiarato da Luigi Pelaggi, capo segreteria tecnica del ministro dell'Ambiente, presente a Ecomondo, il Decreto sulla semplificazione a favore della distribuzione verrà emanato entro fine anno, per entrare in vigore a inizio 2010.

Tratto da: www.ambiente.it
Visto: 750 | Aggiunto da: paradisiverdi
Commenti in totale: 0
Solo utenti registrati possono aggiungere commenti.
[ Registrati | Login ]
Annuncio


Amici di ParadisiVerdi, il 10% di sconto per voi sui libri di Megre! Codice sconto MO1, cliccate qui!


Novità in Cinema Verde
Comprare, buttare, comprare
Film
Babies
Film
Report - Il boccone del prete
Film
La vita emotiva degli animali da fattoria
Film
Il Vento fa il Suo Giro
Film
Nuovi File
L'orto didattico
[03.01.2010]

Tecnologia RFID. Il nostro bisogno di schiavitù?
[14.11.2009]

Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO
[27.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 21-27 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 10-20 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Amici del Sito
Selvatici

Ecovillaggio Rassvet, Ucraina

Un diavoletto naturalista

Il Mondo (é) SOSTENIBILE

Vivere Altrimenti

Dianusa - 'I Cedri Sonori' in Romania

Giardino

Arredo giardino

Fiori

Giardino
Luna Oggi
Il pulsante di Paradisi




Se volete fare uno scambio di banner o link, cliccate qui!
Statistica

Cerca
Copyright paradisiverdi © 2008 - 2016 Hosted by uCoz