La storia di un cane... uno su 130.000 - 5 August 2010 - Paradisi Per l'Anima
Paradisi
        Per L'Anima
Menu del Sito


Nuovi Articoli
Il bianco mantello della decrescita
[17.02.2012]
Chiudete il coperchio del water!!!
[10.07.2011]
Come di solito la gente si rovina il destino?
[15.05.2011]
Fukushima ovvero il crollo del paradigma nucleare
[19.03.2011]
Un Qualcosa sull'Amore
[12.02.2011]
Articoli a scelta casuale
Come di solito la gente si rovina il destino?



Fumo di sigarette: un mix esplosivo di 600 ingredienti!



Pulizie di casa senza chimica!



Ma che bello a piedi nubi sull'erbetta!



Vacanze a Berlino, una boccata d’aria... e di civiltà



Il nostro questionario
Pronti per la vita in ecovillaggio?

Risposte in totale: 458
Home » 2010 » Agosto » 5 » La storia di un cane... uno su 130.000
La storia di un cane... uno su 130.000
00:46
E’ morto nonostante l’intervento dei volontari della Lav e dell’associazione Legalo al cuore il cane abbandonato il 29 luglio e legato al guard rail della tangenziale Bari-Foggia. La presenza dell’animale, un cane bianco di grossa taglia, era stata segnalata alle due associazioni dagli automobilisti che percorrevamo la tangenziale. Il cane era già stato investito, e i volontari delle associazioni non hanno potuto far altro che constatarne la morte. Un atto gravissimo.
IL RISCHIO - «Chi lo ha abbandonato ha commesso un reato perseguibile penalmente, aggravato dal fatto di aver praticamente condannato a morte l'animale legandolo al guard rail centrale, che delimita la corsia di sorpasso su una strada a rapido scorrimento, con altissima probabilità di essere investito, piuttosto che a quello in prossimità della corsia di emergenza», commentano Lav e Legalo al Cuore, che invitano chiunque abbia informazioni utili a individuare il responsabile di questo gesto ignobile, a riferirle alle forze dell'ordine o alle associazioni stesse.
LA SITUAZIONE - Su 130 mila animali abbandonati ogni anno, circa l’80% finisce vittima di incidenti. Percentuale che potrebbe diminuire anche grazie alle nuove norme introdotte con la riforma del Codice della Strada, in vigore in questi giorni, che stabiliscono il diritto-dovere di soccorrere gli animali feriti, l’obbligo di fermarsi e assicurare un pronto intervento in caso di incidente, il riconoscimento dello «stato di necessità» per il trasporto di un animale in gravi condizioni, l’equiparazione dei mezzi di soccorso veterinari e di vigilanza zoofila a quelli di ambulanze.

Qui è descritto solo uno dei casi di tantissimi altri simili. Non dimentichiamoci che un animale sente lo stesso dolore che sentiamo noi quando viene ferito, allora se si trova un cane abbandonato o investito in strada si può chiamare il Corpo Forestale dello Stato al 1515, attivo 24 ore su 24. Altrimenti si può chiamare il 113 chiedendo l'intervento della Polstrada che invierà una pattuglia sul posto.
Durante gli orari dei rispettivi uffici ci si può rivolgere ai vigili urbani del comune di competenza o direttamente alle Asl.
Maltrattare o abbandonare un animale è un reato punibile con una multa fino a 9000 € e 2 anni di prigione. Per favore, non esitate nell'aiutare i nostri fratelli più piccini!




Visto: 414 | Aggiunto da: paradisiverdi
Commenti in totale: 0
Solo utenti registrati possono aggiungere commenti.
[ Registrati | Login ]
Annuncio


Amici di ParadisiVerdi, il 10% di sconto per voi sui libri di Megre! Codice sconto MO1, cliccate qui!


Novità in Cinema Verde
Comprare, buttare, comprare
Film
Babies
Film
Report - Il boccone del prete
Film
La vita emotiva degli animali da fattoria
Film
Il Vento fa il Suo Giro
Film
Nuovi File
L'orto didattico
[03.01.2010]

Tecnologia RFID. Il nostro bisogno di schiavitù?
[14.11.2009]

Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO
[27.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 21-27 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 10-20 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Amici del Sito
Selvatici

Ecovillaggio Rassvet, Ucraina

Un diavoletto naturalista

Il Mondo (é) SOSTENIBILE

Vivere Altrimenti

Dianusa - 'I Cedri Sonori' in Romania

Giardino

Arredo giardino

Fiori

Giardino
Luna Oggi
Il pulsante di Paradisi




Se volete fare uno scambio di banner o link, cliccate qui!
Statistica

Cerca
Copyright paradisiverdi © 2008 - 2016 Hosted by uCoz