Paradisi
        Per L'Anima
[ Nuovi messaggi · Utenti · Forum rules · Cerca · RSS ]
Page 1 of 3123»
Forum » Ecovillaggi » Creiamone uno nuovo!! » Dubbi e incertezze
Dubbi e incertezze
paradisiverdiData: Martedì, 21.09.2010, 01:29 | Messaggio # 1
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ciao a tutti, abbiamo aperto un nuovo topic. Non sapevamo se chiamarlo Alien Vs Predator oppure Freddy Vs Jason, ma poi c'è venuto il dubbio che avremmo potuto offendere qualcuno biggrin In ogni caso, questo topic nasce dalla discussione tra IrrequietaMente e Paradisiverdi. Viva il dialogo! Inutile dire che se qualcuno vuole dire la sua, è il benvenuto! smile

Marco e Olesya
 
IrrequietaMenteData: Martedì, 21.09.2010, 01:30 | Messaggio # 2
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 47
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Quote (paradisiverdi)
Se prendiamo un terreno e poi ciascuno si ritrova un documento che attesti la propria proprietà, quanti ettari, limiti, ecc. pensiamo sia opportuno ed abbastanza, senza bisogno di multiproprietà.

...tre parole:
SIAMO IN ITALIA.
Meglio non sottovalutare niente. Ma si può fare? Voglio dire, il documento che attesti la propria proprietà, quanti ettari, limiti, ecc. Vi siete già informati a riguardo? Voglio dire, una volta davanti al notaio, non è che il tipo poi ci dice "Nossignori miei, non si può fare!"

 
paradisiverdiData: Martedì, 21.09.2010, 01:30 | Messaggio # 3
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Quote (IrrequietaMente)
SIAMO IN ITALIA

Si è vero. Ma in ogni caso quando vendono i terreni, qualcuno li compra, no? Allora dov’è il problema? Sulla carta il terreno lo compra uno di noi, poi lo vende agli altri ettaro dopo ettaro, ecco tutto! Lo stesso che viene fatto quando vendono per esempio 100 ettari. Noi una volta abbiamo chiamato uno che ne aveva 100 o più e ne vendeva anche uno ad uno. Allora il problema non esiste! Solo che ci saranno più menate burocratiche, ma a questo siamo già preparati in ogni caso, no? biggrin


Marco e Olesya
 
IrrequietaMenteData: Martedì, 21.09.2010, 01:30 | Messaggio # 4
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 47
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Quote (paradisiverdi)
Si è vero. Ma in ogni caso quando vendono i terreni, qualcuno li compra, no?

Si, ma di solito li compra una persona e li intesta a sè (e se sono sposati, se sono in comunione dei beni,la proprietà è di entrambi alla fine). Per intestarlo subito a diversi soci non so come funzioni...Bisognerebbe informarsi se è possibile intestare il terreno a più persone...e vedere se ciascuno potrebbe avere la sua fetta "privata" (e con quali vincoli)

Quote (paradisiverdi)
Sulla carta il terreno lo compra uno di noi, poi lo vende agli altri ettaro dopo ettaro, ecco tutto!

Ma hai idea di quanti soldi si spendono (in notai e spese varie) a rivendere ettaro dopo ettaro a ciascuno ?
Senza contare che potrebbe anche passare molto tempo da quando il terreno viene inizialmente acquistato da una persona - cosa utopistica dato che nessuno di noi ha ALMENO 50.000 euro da spendere subito (senza andare a tirare in ballo poi il discorso mutuo!) - a quando le altre persone poi avranno effettivamente il denaro per poter pagare l'ettaro !
No no, se le cose stanno così, io non ci sto...o si fanno le cose bene in modo che fin da subito, tutti possano avere scritto nero su bianco qual'è la loro parte di proprietà, i mq a disposizione di terreno agricolo e di eventuale terreno edificabile, ecc. altrimenti mi sembra che ci stiamo prendendo in giro.

Quote (paradisiverdi)
Allora il problema non esiste! Solo che ci saranno più menate burocratiche, ma a questo siamo già preparati in ogni caso, no?

No, il problema esiste eccome. E poi NON mi sembra che siamo già preparati sulle menate burocratiche. La mia impressione riguardo questo forum è che si abbia, si, una gran voglia di creare un ecovillaggio, ma non si vogliano affrontare apertamente questioni importantissime come:
- approfondimenti sull'eventuale contratto di compravendita (se si può intestare il terreno a più persone e come ecc,) e come fare per gli eventuali eredi
- approfondimenti su come dovrebbe essere il terreno, se agricolo o edificabile
-approfondimenti sulla questione dell'azienda agricola e relative conseguenze
-approfondimenti sulle abitazioni (cioè, anche ammesso che si possa utilizzare l'escamotage dell'azienda agricola, e quindi costruire le casette tipo hobbit, vi siete informati sull'abitabilità delle case? Mi sembra che l'Asl debba rilasciare un certificato di abitabilità, senza il quale...beh, penso che le conseguenze non siano positive (multe o la non possibilità di viverci dentro)...avete preso in considerazione questo aspetto?
-Il discorso dei mutui su cui puntate molto: siete così sicuri che la banca vi farà un finanziamento? E se non lo farà? Come si può anche solo partire con la realizzazione di un progetto così grosso, che richiede anni e sacrifici, se non si hanno soldi da parte (e persino io che ne ho una manciata, mi vergogno perchè capisco che tanto non ci posso fare niente lo stesso!)

Added (17.09.2010, 02:48)
---------------------------------------------
Ragazzi, qui mi sembra che si voglia giocare a costruire un ecovillaggio ma non si voglia aprire gli occhi sugli impedimenti legali e burocratici. Ma affinchè il progetto non rimanga un bellissimo trastullo sognante che ci dà la speranza per tirare avanti giorno per giorno in questo mondo di merda, bisogna fare i conti con la realtà e la fuori c'è un mondo che TI DIVORA se anche sgarri di un solo passo.
Ci sono delle leggi da rispettare, volenti o nolenti. Bisogna semplicemente decidere se rispettarle o meno.
Io dico che se vogliamo fare una cosa fatta bene, le rispettiamo, anche a costo di impazzirci e dover rinunciare alla realizzazione del progetto.
Ma con coerenza e con una certa adesione alla realtà. Sognare ad occhi aperti non porta a niente, perchè prima o poi sbatti il muso contro la realtà.
E fa male.

 
paradisiverdiData: Martedì, 21.09.2010, 01:30 | Messaggio # 5
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Quote (IrrequietaMente)
Si, ma di solito li compra una persona e li intesta a sè

Non è sempre così, guarda in internet, è pieno di annunci di terreni di 100 ettari e molto molto di più. Nessuno compra porzioni cosi, gliele vendono una ad una, o la quantità che serve. Se tu compri il terreno hai un foglio che attesta che è il tuo, cioè privato. Si può comprare fin da subito in tale maniera oppure, come abbiamo detto, una persona compra il terreno a nome suo e poi “regala” (per finta, ovviamente) le altre porzioni, poi ogn’uno avrà un attestato notarile che dichiara che il terreno è il suo, grossomodo come succede nei casi di eredità o di quando qualcuno regala un terreno ad un parente. Si va dal notaio e si fa il documento, certo, è ovvio che le spese del notaio vanno pagate ma sono comunque qualche centinaia di euro. Oppure possiamo vendere apertamente. Solo che non ne vediamo il bisogno. Come in quel terreno di Firenzuola… Ci sono due case dentro la proprietà. Come è successo??? Semplice - due persona hanno comprato, costruito le loro case e vivono felici. Lo stesso possiamo fare noi. Al proprietario non frega niente di quanti siamo a comprare, a lui frega di ricevere i sue soldi, poi con il geometra si fanno le misurazioni precise. Solo che devono essere coinvolti anche i vigili del fuoco perché loro stabiliscono quanti metri ci devono essere tra una proprietà e l'altra, per ragioni di sicurezza.

Quote (IrrequietaMente)
No, il problema esiste eccome.

Allora, possiamo fare cosi: andiamo da un notaio, se lo si conosce bene, se no va bene lo stesso, lo paghiamo ed effettuiamo una intervista incrociata su tutto. Siamo d’accordo che dobbiamo essere informati ma, allo stesso tempo, anche vedere tantissime problemi dove magari neanche ce ne sono, non ci va.

Quote (IrrequietaMente)
siete così sicuri che la banca vi farà un finanziamento?

Si siamo abbastanza sicuri. La nostra banca è abbastanza agevolante e c’è sempre stata d’aiuto, mai fatto problemi, al contrario... Come abbiamo detto hanno anche delle promozioni speciali per affari ecologici. Non sappiamo se riusciamo a prendere 50.000 €, per esempio (anche se probabilmente si), ma 15.000 si.


Marco e Olesya
 
paradisiverdiData: Martedì, 21.09.2010, 01:30 | Messaggio # 6
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Quote (IrrequietaMente)
Ragazzi, qui mi sembra che si voglia giocare a costruire un ecovillaggio ma non si voglia aprire gli occhi sugli impedimenti legali e burocratici. Ma affinchè il progetto non rimanga un bellissimo trastullo sognante che ci dà la speranza per tirare avanti giorno per giorno in questo mondo di merda, bisogna fare i conti con la realtà e la fuori c'è un mondo che TI DIVORA se anche sgarri di un solo passo.

Quote (IrrequietaMente)
Sognare ad occhi aperti non porta a niente, perché prima o poi sbatti il muso contro la realtà.

Laura va benissimo essere critica, ma non ci sembra il caso di esagerare. Non ti prende in giro nessuno qui, e nemmeno spariamo sentenze su di te senza neanche conoscerti. E tu per favore fai lo stesso. Noi tutti non siamo nati ieri e nessuno vive nel castello delle fiabe.

Olesya da quando aveva 19 anni, ovvero l’età delle discoteche e dei frivoli pensieri, ha passato un massacro burocratico indimenticabile, per le questioni inerenti il suo precedente progetto di ecovillaggio. E’ stata una roba lunghissima, un anno se non di più. Documenti vari, su e giù per città e province, a volte la mandavano di qua e di là, perché le competenze erano sempre di qualcun altro (e questo quando il terreno l’avevano già trovato, ma anche prima non era differente) ecc. ecc. ecc. Non stiamo a scrivervi tutta l’odissea perché vi si consumerebbero gli occhi. Quindi lo sappiamo benissimo cos’è, non siamo solo preparati , ma uno di noi 2 appunto ha anche già passato tutti gli inferni per arrivare ad avere un ecovillaggio. E lei è prontissima a ripetere tutto quanto. E se non avesse avuto un sogno, tutto questo sarebbe infatti solo un "mondo di merda" come hai detto tu.
Poi un anno è andato per faccende burocratiche solo per poter noi 2 vivere insieme. Un anno, non è uno scherzo!
Queste sono solo due esempi fra i più estremi, diciamo, ma non c’è sicuramente solo questo.
Invece qualunque cosa succeda (e credici nella nostra vita ne abbiamo passate di cose dure) riusciamo sempre alla fine a mantenere la calma ed una buona visione del mondo.
Si in Italia molte cose sono durissime, ma è così in tutto il mondo. Ci sono pro e contro, ma il quadro non cambia alla fine.
Noi non diciamo che non vogliamo saperne di problemi, sappiamo benissimo di cosa si tratta. E non rinunciamo alla realizzazione del progetto (una volta già riuscito) magari proprio perché perseveriamo nel sognare. Non diciamo affatto di non guardare ai problemi e di sognare solamente. Sappiamo benissimo cose sia la realtà, non pensare di essere l’unica a sapere che "fa male" e che affetto faccia la realtà sulla gente. Sappiamo benissimo tutto, grazie. Abbiamo esperienza nel campo e non solo, non è che siamo nati ieri, e non abbiamo genitori ricchi che ci supportano.
Poi hai detto "Siamo in Italia", certo, un paese (come daltronde molti altri al mondo) dove la gente si arricchisce alle spalle degli altri, ma sembra tanto uno slogan da Striscia la Notizia. E' vero ma quando uno vuole una cosa tutto si può fare, basta avere tempo, perseveranza e passione. Noi, a parte il tempo, ce li abbiamo, poi anche il tempo arriverà. Basta andare avanti credendoci e non mollare mai.

Siamo d’accordo, parliamo di più ed anche di cose legislative, andiamo dal notaio a parlare. Ma anche tu magari non parlare SOLO di leggi, problemi e bruttezze del mondo, per favore. Presentati e parlaci di te, magari, visto che non l’hai mai fatto.

E permettici una curiosità. Premettiamo che noi saremmo felicissimi di averti con noi nel nostro progetto, ma come mai cerchi un progetto nuovo, un ecovillaggio nuovo, e non uno già esistente e che, di conseguenza, non da tutti questi problemi? Il punto è che di solito chi cerca una cosa nuova, lo fa perché non si è trovato bene con le cose che ha già trovato, magari la filosofia, le regole o assenza di regole, ecc. Ma da quello che hai detto, "rinunciare alla realizzazione del progetto", si intuisce che non hai proprio una idea precisa in mente. Ribadiamo, noi non ti respingiamo affatto, è solo una curiosità, magari ci è sfuggito qualcosa.


Marco e Olesya
 
paradisiverdiData: Martedì, 21.09.2010, 01:30 | Messaggio # 7
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ciao Matteo, anche a noi dispiace un po’ che non farai parte del progetto, ma siamo felici per te, che hai già la terra, speriamo che vorrai rimanere in contatto con noi e magari di tanto in tanto ci aggiorni con cosa fai, ecc. happy Beh, fare da solo è stata la scelta più veloce, però tutto da solo è anche praticamente impossibile raggiungere l’autosufficienza, o almeno, molto dura. Speriamo ci riuscirai, in ogni caso siamo davvero felicissimi per te smile E comunque vada, sappi che noi ti accetteremo sempre a braccia aperte! smile

Marco e Olesya
 
IrrequietaMenteData: Martedì, 21.09.2010, 01:31 | Messaggio # 8
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 47
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Quote (paradisiverdi)
Siamo d’accordo, parliamo di più ed anche di cose legislative, andiamo dal notaio a parlare. Ma anche tu magari non parlare SOLO di leggi, problemi e bruttezze del mondo, per favore. Presentati e parlaci di te, magari, visto che non l’hai mai fatto.

E permettici una curiosità. Premettiamo che noi saremmo felicissimi di averti con noi nel nostro progetto, ma come mai cerchi un progetto nuovo, un ecovillaggio nuovo, e non uno già esistente e che, di conseguenza, non da tutti questi problemi? Il punto è che di solito chi cerca una cosa nuova, lo fa perché non si è trovato bene con le cose che ha già trovato, magari la filosofia, le regole o assenza di regole, ecc. Ma da quello che hai detto, "rinunciare alla realizzazione del progetto", si intuisce che non hai proprio una idea precisa in mente. Ribadiamo, noi non ti respingiamo affatto, è solo una curiosità, magari ci è sfuggito qualcosa.

Sembra che io parli soltanto di leggi, problemi e bruttezze del mondo perchè dò già per scontato principi e valori di cui avete parlato nel sito riguardo la realizzazione dell'ecovillaggio. Se fossi in disaccordo con alcune delle vostre idee, non mi sarei neanche iscritta al forum. Detto questo, se proprio non potete fare a meno di etichette o di un avatar posso dirvi che sono: pacifista, ambientalista, animalista, vegetariana, fra un pò vegana, adoro gli eco-villaggi, sogno l'autarchia e l'indipendenza dal sistema e vorrei vivere in modo eco-sostenibile in una casetta di legno autocostruita tipo hobbit con un eolico...
potrei continuare a descrivermi, ma non penso che mi conoscereste più di quanto non avverrebbe condividendo per anni fatiche, tempo e pensieri. Per questo mi sembra più utile e costruttivo mettere alla prova il progetto in sè, e dato che ho constatato che questo sito è in piedi da un anno, quello che non riesco a capire è perchè dopo questo lasso di tempo non si sia arrivati ad un piano BEN PRECISO su quello che si può effettivamente fare (con pro e contro, varie soluzioni appoggiate da un riscontro critico con la realtà), ovvero, quasi una tesi scientifica su quello che si può fare, e che non si può fare. Perchè è facile sapere cosa si VUOLE fare, meno facile sapere cosa si PUO' fare a livello legale, e quale sia la cosa più conveniente per tutti.
Quello che vedo è che state cercando dei terreni basta che sia, quando non sapete neanche se devono essere agricoli o edificabili, come fare per la suddivisione legale dei pezzi di terreno, ecc ecc (non sto qui a riprendere i punti che ho già descritto altrove). Vedo molta vaghezza e poca concretezza; probabilmente è perchè non avete fretta, solo che a mio avviso, prima si riesce a fare qualcosa e meglio è, anche solo fra pochi anni potrebbe essere tardi. Prendersela comoda non mi sembra il caso, tutto qui.
Io mi sono avvicinata agli ecovillaggi solo ultimamente, e prendo in considerazione ANCHE l'eventualità di far parte di un gruppo per costruirne uno nuovo, come ANCHE di poter far parte di un ecovillaggio già esistente. Sto facendo delle ricerche a riguardo e sto valutando possibilità alternative..solo che mi sembra di essermi informata più io in un mese che voi in un anno! Non so, questa è l'impressione che ho, se poi sto sbagliando è meglio per tutti noi.

 
paradisiverdiData: Martedì, 21.09.2010, 01:31 | Messaggio # 9
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ciao Laura, ma perché stai così sulla difensiva? E così aggressiva come conseguenza... Nessuno ti ha detto brutte parole.
Quote (IrrequietaMente)
Sembra che io parli soltanto di leggi, problemi e bruttezze del mondo perché do già per scontato principi e valori di cui avete parlato nel sito riguardo la realizzazione dell'ecovillaggio.

Sfortunatamente non è che "sembra" ma tu hai davvero parlato solo di quello. E dare per scontato, beh, non dovresti. Grazie per la serie di etichette per descriverti. Ed in effetti non sono queste che ti fanno conoscere, sono etichette che potrebbero calzare a mezzo pianeta ma da qui a conoscere mezzo pianeta ce ne vuole. Conoscerci attraverso il forum è fondamentale finché non potremo trascorrere del molto tempo assieme prima di prendere il terreno. Ti sembrerà strano ma tantissime persone si sono iscritte senza aver magari letto questo o quel punto e poi alla fine nulla di fatto perché non ci si trovava. Ci sono tantissimi topic nel forum, ed ognuno dice la sua inerentemente a vari argomenti ed in questo modo, a poco a poco, ci conosciamo meglio e leghiamo fra noi. Quindi per questo motivo che noi, come gli altri utenti, non diamo queste cose per scontato. Abbiamo incontrato dal vivo e su vari forum moltissima gente, come ti abbiamo già scritto, se hai letto. Ti abbiamo anche dato dei link a due articoli a riguardo. Ci sono molte persone che vogliono realizzare un ecovillaggio ma le cose che intendono sono le più svariate, che non stiamo a ripetere.

Quote (IrrequietaMente)
Quello che vedo è che state cercando dei terreni basta che sia, quando non sapete neanche se devono essere agricoli o edificabili

Tu dici di aver letto molto nel sito, ma allora perché dici così? Sono stati fatti molti discorsi su questo argomento. Abbiamo parlato di questo anche con proprietari e agenzie, per questo ci dispiace, ma ti sbagli, sappiamo benissimo cosa cerchiamo.

Quote (IrrequietaMente)
solo che mi sembra di essermi informata più io in un mese che voi in un anno!

Tuttavia, a noi sembra tanto che tu stia esponendo tanti dubbi, piuttosto che certezze. In ogni caso se sei così brava (e per carità noi ci crediamo) dicci per favore anche a noi cosa hai scoperto, perché finora non abbiamo letto nulla che non sapessimo già, da parte tua. Abbiamo anche infatti risposto a parecchie delle tue domande. Si, ci sono sicuramente delle cose che non sappiamo, non lo neghiamo, ma per questo esiste un gruppo no? smile Se qualcuno non sa qualcosa, magari qualcun altro lo sa. Noi siamo coinvolti principalmente nella ricerca del terreno proprio perché abbiamo scoperto che le regolamentazioni in materia variano di regione in regione. Quindi, una volta trovato il terreno adatto ai nostri scopi, ci informeremo su varie ed eventuali. Risulta alquanto inutile informarsi, per esempio in Romagna, quando poi un terreno in Toscana soggetto a tutt'altre regolamentazioni. Poi durante le nostre ricerche abbiamo parlato con un sacco di gente, fra proprietari terrieri, agenti immobiliari, ecc ecc. Non saranno dei notai ma delle dritte ce le hanno date. Tuttavia rimaniamo d'accordo sul parlare per bene con un notaio. Tu hai completamente ignorato la maggior parte delle cose che ti abbiamo scritto, citando solo quella parte finale wink


Marco e Olesya
 
paradisiverdiData: Martedì, 21.09.2010, 01:31 | Messaggio # 10
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Quote (IrrequietaMente)
Perché è facile sapere cosa si VUOLE fare, meno facile sapere cosa si PUO' fare a livello legale, e quale sia la cosa più conveniente per tutti

Nel progetto non c'è scritto niente che non si può fare a livello legale.

Quote (IrrequietaMente)
Vedo molta vaghezza e poca concretezza; probabilmente è perché non avete fretta, solo che a mio avviso, prima si riesce a fare qualcosa e meglio è, anche solo fra pochi anni potrebbe essere tardi. Prendersela comoda non mi sembra il caso, tutto qui.

Noi tutti fra lavoro e cose varie non abbiamo tanto tempo e quindi facciamo quello che possiamo.
Quando abbiamo creato questo sito noi speravamo di trovare della gente, mettere su un gruppetto di persone. Pensavamo che così sarebbe stato più facile. In effetti la maggior parte della gente non è pronta a fare un passo concreto, o ci sono i problemi di tutti i giorni che a volte rallentano. Poi avevamo dei nostri soci coi quali abbiamo quasi preso un terreno, e poi è successa una cosa che ancora oggi non riusciamo a capire (anche per questo è importantissimo conoscerci fin da ora, e non dare nulla per scontato). In ogni caso dopo quel fatto abbiamo cominciato a considerare di prendere il terreno da soli e poi, a chi lo vuole, vendere ettaro per ettaro (che si può fare legalmente), ma sono arrivati nuovi utenti e partecipanti ed abbiamo ritrovato la fiducia e di nuovo siamo qui. Forse ci siamo sbagliati, forse no. Ma siamo ora qui a parlare anche con te solo perché di nuovo volevamo provare a mettere su un gruppo. Ora vediamo come va, osserviamo la situazione per qualche mese ancora, se nuovamente nulla di fatto procederemo come avevamo pensato, coma ha fatto anche Matteo. Solo che noi in ogni caso puntiamo ad un ecovillaggio.

Ora due parole sulla legge. Va benissimo che tu voglia leggere e saperne di più. Ma saprai anche che per ogni legge esistono scappatoie delle quali non troverai traccia in internet. Se non sei un notaio o un avvocato fai fatica a saperne. Per questo come abbiamo detto è meglio pagare un notaio e fargli un'intervista, noi abbiamo interpellato il notaio dei parenti e ci ha detto che si può cambiare la proprietà del terreno (cosa che sapevamo già in seguito a chiacchierate con persone di agenzie e proprietari vari che abbiamo incontrato), non abbiamo potuto fargli chissà che intervista, perché per andare in profondità poi bisogna pagare.

Per ora noi non abbiamo tanto tempo ne tanti soldi, tra due settimane dobbiamo andare in Ucraina, non possiamo più rimandare perché Olesya non vede i suoi da due anni (stiamo via per un mese). Poi quando torniamo probabilmente saremo al verde, poi ci saranno le feste (delle quali noi possiamo anche fare a meno ma i parenti ci tengono). E quindi saremo in grado di muoverci un po' probabilmente in Gennaio. Se tu Laura, o qualcun altro, hai voglia, tempo e soldi vai pure ad intervistare un notaio. Se ci vai tu Laura, noi ci fidiamo ciecamente, saprai fare le domande giuste perché sei meticolosa smile

E di nuovo Laura, stai tranquilla, noi non ti vogliamo affatto offendere, non ti mettere di nuovo subito sulla difensiva o ancora peggio sull'attacco. Si, magari se col tempo nulla si muove anche noi diventiamo frenetici, per questo è un bene quando appare qualche nuova persona e porta un po' d'aria fresca.


Marco e Olesya
 
paradisiverdiData: Martedì, 21.09.2010, 01:31 | Messaggio # 11
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
PS: Scusa per il papiro ma abbiamo dovuto anche ripetere cose già scritte perché in mancanza di riscontro non sappiamo se il messaggio arriva.

Marco e Olesya
 
mudilasData: Martedì, 21.09.2010, 15:56 | Messaggio # 12
Pianta
Gruppo: Vicino
Messaggi: 149
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
da quello che ho compreso non c'è nulla di grave.
sono contento che paradisiverdi siano ottimisti e che IrrequietaMente sia un po' meticolosa e si prepari anche al peggio.

se ad un certo punto si capisce di non volere la stessa cosa, non accusiamoci, facciamoci comunque auguri di cuore

io non ho capito cosa voglio al 100% per mancanza di esperienza; alcune cose mi piacerebbero in teoria ma chissà, altre le realizzarei ma non ho le possibilita...

talvolta ho paura soprattutto perchè ho la responsabilità di un ragazzino seppur fantastico, vissuto in questa società, altre volte agisco con risolutezza...

siamo umani

un saluto a tutti


Ad ogni mio desiderio deve corrispondere un'azione. Nè servo nè padrone di niente e di nessuno.
 
paradisiverdiData: Mercoledì, 22.09.2010, 00:37 | Messaggio # 13
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Quote (mudilas)
sono contento che paradisiverdi siano ottimisti e che IrrequietaMente sia un po' meticolosa e si prepari anche al peggio

Mah non è un fatto di essere ottimisti, anche noi guardiamo in faccia la realtà, anche troppo a volte smile Abbiamo anche noi i nostri momenti pesanti, solo che sappiamo cosa fare, come fare, ci siamo già passati in frangenti differenti e, inoltre, non immaginiamo la nostra vita in un contesto che non sia l'ecovillaggio.

Quote (mudilas)
alvolta ho paura soprattutto perchè ho la responsabilità di un ragazzino seppur fantastico, vissuto in questa società, altre volte agisco con risolutezza

Si Mudilas ti capiamo, sicuramente chi ha famiglie deve andarci più cauto, diciamo, c'è molta più responsabilità. Cosa ti possiamo dire, valuta, pensa, sicuramente, ma... prima che il mondo vada a rotoli!!!


Marco e Olesya
 
IrrequietaMenteData: Mercoledì, 22.09.2010, 15:46 | Messaggio # 14
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 47
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Quote (paradisiverdi)
E di nuovo Laura, stai tranquilla, noi non ti vogliamo affatto offendere, non ti mettere di nuovo subito sulla difensiva o ancora peggio sull'attacco.

Ho imparato a diffidare di tutto e di tutti. Solo se una persona mi trasmette chiari segni di onestà e dopo un bel pò che la frequento ,mi fido,se sento di poterlo fare. E probabilmente comunque, mai del tutto. Forse abbiamo gli stessi scopi, ma resta il fatto che non vi conosco. Credere che ci si possa conoscere su un forum è un illusione. Bisogna passare molto tempo assieme.
E poi, io non attacco. Semmai critico. E se lo faccio è perchè la cosa più importante che ho imparato a fare a questo mondo è di mettere in discussione tutto. Forse non sarò mai sicura di niente, ma sarà meglio che essere sicuri di qualcosa che non è vero. Credo che oggi, l'unica arma che abbiamo per difenderci dalla malvagità, dall'ipocrisia, dall'ignoranza, dalla corruzione, ecc ecc. sia il pensare in modo critico. Mi sono abituata a farlo, tutto qui.
E poi mi aspetterei che "le mie preoccupazioni" sul progetto fossero intese come critiche costruttive per poter definire meglio cosa cercare o quantomeno come il risultato di un vivo interesse e di una fervida partecipazione; ma se voi le cose le sapete già, non c'è più bisogno di mettere in discussione niente. Io mi metto il cuore in pace solo quando vedo uno schemino o un programma che prende in considerazione tutte le possibili ipotesi, con annesse conseguenze, risorse da dedicare e tempistiche, ovvero un calcolo ponderato e razionale, una analisi dettagliata. I progetti si fanno così, mica forse, si potrebbe, però, ma, se, domani.

 
paradisiverdiData: Mercoledì, 22.09.2010, 17:00 | Messaggio # 15
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Quote (IrrequietaMente)
Ho imparato a diffidare di tutto e di tutti.

Come ti abbiamo già scritto anche noi siamo stati scottati moltissime volte ed addirittura da dei nostri ex-soci. Quindi capiamo perfettamente quello che dici. Ma non è che possiamo far pagare alle altre persone il prezzo delle nostre brutte esperienze. Ed ecco perché siamo qui a chiaccherare e a cercare di conoscere le persone. Siamo d'accordo che dal vivo sia meglio, ma per le possibilità di tutti adesso il forum è l'unico modo pratico per potersi conoscere.

Quote (IrrequietaMente)
E poi, io non attacco. Semmai critico.

Per noi la critica è ben accetta quando è effettivamente costruttiva. Scusa ma le tue sono solo domande ed ulteriori dubbi. E va anche bene se poi tu non vai in giro a scrivere cose che tu stessa non sai sulle cose e sulle persone. Te ne abbiamo proposte di cose concrete nei post sopra, ma tu le hai bellamente ignorate. Ed è questo costruttivo? E ancora siamo qui in attesa di scoprire cosa hai scoperto tu in questo mese che ti sei data tanto da fare, perche a noi sembra tanto che tu sia esattamente negli stessi dubbi che avevi prima, ovvero non hai idea di cosa si debba fare. Quindi o ti dai una calmata e collaboriamo per andare avanti oppure che s'è visto s'è visto.

Quote (IrrequietaMente)
I progetti si fanno così, mica forse, si potrebbe, però, ma, se, domani.

Elenchiamo una lista delle tue proposte concrete, e sono solo i primi che ci sono capitati sotto mano, non abbiamo neanche voglia di metterci a cercare di più:

Quote (IrrequietaMente)
risulterebbe una multi-proprietà? E se uno si tirasse indietro successivamente e volesse rivendere la sua parte? Quali sono i vincoli legali di questo progetto? E come la mettiamo con le persone che volessero aggragarsi successivamente senza aver pagato la loro quota come i membri iniziali? Ma si può fare? Vi siete già informati a riguardo?

Hai anche ottentuto risposta a tutti questi quesiti, ma pare che tu abbia ignorato.
Il punto è che arrivi qui a sparare sentenze quando invece è ovvio che ne sai meno di noi, se sbagliamo faccelo vedere che ci sbagliamo e scrivici cosa sai.

Noi abbiamo deciso di chiudere questo topic, tanto è inutile parlare e parlare quando si dicono le cose e neanche si riceve risposta. Noi abbiamo sembre risposto punto per punto, anche ripetendo, a quello che scrivevi tu, proponendoti cose anche concrete alle quali tu non hai neanche risposto. A rispondere come facciamo noi in maniera dettagliata ci vuole tempo e non ci va che sia tempo perso, perché va banissimo se sono cose effettivamente costruttive, ma le tue, scusa tanto, non lo sono affatto. Tu vai avanti come un treno in corso senza fermate, se non cambi questo atteggiamento farai fatica a combinare qualcosa con la gente, se non ti fermi mai a parlare ed ASCOLTARE. Scusa se insistiamo sui concetti, ma vogliamo essere sicuri che ti arrivino. Questo topic è ufficialmente chiuso.


Marco e Olesya
 
Forum » Ecovillaggi » Creiamone uno nuovo!! » Dubbi e incertezze
Page 1 of 3123»
Search:

Copyright paradisiverdi © 2008 - 2017 Hosted by uCoz