Paradisi
        Per L'Anima
[ Nuovi messaggi · Utenti · Forum rules · Cerca · RSS ]
Page 1 of 212»
Forum » Dialoghiamo! » Discussioni su articoli, news, ecc. » ...E di nuovo OGM!...
...E di nuovo OGM!...
paradisiverdiData: Sabato, 30.01.2010, 02:29 | Messaggio # 1
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ciao a tutti! Abbiamo trovato in internet una lista di alcune marche che utilizzano OGM. Dobbiamo dire che abbiamo trovato altre liste (divulgate da Legambiente) che smentiscono o contraddicono questa lista. Questo non fa altro che confermare che non possiamo fidarci ciecamente dei media... In ogni caso, per sicurezza ed interesse, la condividiamo con voi:

Chi usa O.G.M. in Italia:

ALSO: AlpenMuesli, Cereal Cioc, Enervit, Weetabix
AMADORI/GESCO: Amadori, Gibus, Jolly.
ARGEL: Nova Surgelati Arena, Brina, Marepronto, Hagen Dazs,
Bahlsen.
BENETTON/ NUOVA FORNERIA: Buondì Motta, Ciocorì, Girella,
Tortina Yoyo, Fiordimerenda, Bontà Latte, Il Krapfen, Torte
(Paradiso, Margherita, Pasticceria, Mandarino, Tiramisù)
Biscotti del buondì.
CITTERIO: Biscotti Lazzaroni.
GALBANI/DANONE: Galbani, Bel Paese, Star, Saiwa, Mellin,
Orzobimbo, Santalucia, Lu, Prince, Tigullio, Vitasnella,
Doria, Galbusera.

ICA: Crick-crock, Puff.
KRAFT/JACOB SUCHARD: Fattoria Osella, Invernizzi, Dover,
Cotè D'or, Gim, Maman Louise, Bittra, Suchard, Jocca,
Philadelphia, Primolo, Simmenthal, Toblerone, Milka,
Sottilette, Spendid, Legeresse, Lila Pause, Vallè, Yoplait,
Hag, Mato-Mato, Spuntì.

MALGARA/QUAKER OATS: Cruesli, Gatorade, Olof, Quaker Corn
Flakes, Snapple.
MARS/DOLMA: Bounty, M&Ms, Mars, Milky Way, Snickers, Twix,
Uncle Ben's.
NOVARTIS CONSUMER HEALT : Cereal (tranne prodotti bio),
Peso Forma, Novosal, Ovomaltina, Lecinova, Leciplus,
Lievito vit, Isostad.
PARMALAT: Mister day, Kir, Chef, Tavolette, Latte (dietalat,
natura premium, latte plus, prima crescita, zimil, omega3,
gran sviluppo, vitasette, weight-watchers, light, lattecacao)

Linea Qctive-Drink, Prontoforno, Santal, Pomì, Tea, Sangrì,
Linea Minestre, Linea Pane Pronto.
SOCALBE: Dietor, Frizzina, Fruttil, Idrolitina, Dietorelle,
Vantaggio.
UNICHIPS: Chips Pai, San Carlo, Pai, Slim, Stick.
SAGIT (WANDENBEG): Algida, Findus, Sorbetteria di Ranieri,
Igloo, Calve'.


Marco e Olesya
 
colibrìData: Sabato, 30.01.2010, 12:17 | Messaggio # 2
Tronchetto
Gruppo: Vicino
Messaggi: 237
Reputazione: 0
Premi:1
 
Stato: Offline
Grazie Paradisi per la lista, totalmente o parzialmente vera che essa sia,e non potendo sapere con certezza di chi si sia "venduto " o no,intendo come gruppo ecologico o pseudo ecologico,la cosa migliore da fare resta sempre il fai da te.Cioè avere un po' di terra e piantarsi il necessario comprando i semi biologici in quelle poche fiere dove ancora si possono trovare.

per me esiste solo il cammino lungo sentieri che hanno un cuore.
 
paradisiverdiData: Domenica, 31.01.2010, 03:42 | Messaggio # 3
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ciao Colibrì, comunque sia anche noi non crediamo che gli OGM siano una cosa buona. La natura ha creato tutto perfetto così come deve essere ed abbiamo visto che ogni volta che l'uomo c'ha messo lo zampino ne è sempre saltato fuori qualche pastrocchio. Quindi possono reclamizzare gli OGM quanto vogliono, ma di sicuro non c'è nulla di meglio delle verdure piantate coi semi, così come facevano i nonni e così come dev'essere! thumb

Marco e Olesya
 
GardnerData: Mercoledì, 17.02.2010, 21:15 | Messaggio # 4
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 64
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
praticamente non bisognerebbe comprare nulla nei supermercati biggrin o coltivare le proprie verdure in proprio,,,, oppure ci sono i biomarket. ma avete visto che prezzi hanno?!? come può una famiglia media normale passare al biologico, come dicono nelle pubblicità??? "passate al biologico" - ma è una cosa per ricchi!!!
 
paradisiverdiData: Giovedì, 18.02.2010, 02:32 | Messaggio # 5
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ah sai Gardner in effetti pensavamo la stessa cosa, riguardo i biomarket. Tutto di primissima qualità ma prezzi decisamente troppo alti. Lo capiamo che ci mettano più attenzione ma in ogni caso chiedono troppi soldi. Si paga più per quel simbolo del biologico che per i prodotti in se...

Marco e Olesya
 
whenleavesfallData: Venerdì, 19.02.2010, 21:51 | Messaggio # 6
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 41
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
i produttori sono pagati di più dai consorzi bio -la quantità è minore, quindi è più difficile ammortizzare le spese, c'è una maggiore manodopera...ad ogni modo ritengo anche io che spesso i prezzi siano troppo alti -prevalentemente per la distribuzione e troppi passaggi...la soluzione resta nei mercatini locali e, appunto, nella produzione propria cool
 
paradisiverdiData: Sabato, 20.02.2010, 03:41 | Messaggio # 7
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Quote (whenleavesfall)
prevalentemente per la distribuzione e troppi passaggi

Sarà anche così Whenleavesfall ma possiamo dirti che qui vicino a dove viviamo noi c'è un agriturismo che vende i propri prodotti ai supermarket e biomarket locali e quindi la strada che fanno è pochina pochina ma i loro prodotti rimangono comunque costosi!


Marco e Olesya
 
whenleavesfallData: Sabato, 20.02.2010, 21:17 | Messaggio # 8
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 41
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
ciao ragazzi, chissa... -sarà anche come dite voi ma secondo me è una scelta dell'azienda in questione perchè tanto si sa che il biologico va per la maggiore e quindi se lo possono permettere. -oppure, riforniscono coi loro prodotti anche i negozi più lontano e quindi in qualche modo devono coprire anche quelle spese li... -si fa fatica a dire happy
 
mudilasData: Lunedì, 22.02.2010, 16:38 | Messaggio # 9
Pianta
Gruppo: Vicino
Messaggi: 149
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
gli ogm sono dannosi e costosi, per le ricerche scientiche, per le sperimentazioni...il caso del golden rice come risoluzione a una malattia dovuta ad una carenza di vitamine, che provoca cecità nei pressi dell'India, è a dir poco scandalosa...
per una persona come me che tende ad andare all'origine dei problemi sono veramente dannosi e costosi in tutti i sensi..,

però ci sono prodotti bio, soprattutto quelli delle grosse aziende, (leggitimate dal consumismo eccessivo), di cui comincio veramente a dubitare...

Comunque compro delle arance bio siciliane direttamente dall'agricoltore, 27 kg=40 euro...
le arance non le fanno in lombardia...
ho parlato con l'agricoltore, fa il suo lavoro con amore...
le arance sono squisite...

le persone di buona volontà si organizzano.


Ad ogni mio desiderio deve corrispondere un'azione. Nè servo nè padrone di niente e di nessuno.
 
GardnerData: Martedì, 23.02.2010, 22:24 | Messaggio # 10
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 64
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
ciao mudilas quello che dici ha senso però non sempre si ha la certezza di avere a che fare con contadini che lavorano bio e quindi non porrei le arance del qualsivoglia contadino sullo stesso piano delle biologiche garantite.io conosco un contadino che abita vicino a casa mia che sicuramente è pronto a dichiarare ad un eventuale cliente che non usa mai i pesticidi ed invece.. wink quindi, in ogni caso, anche se si compra dal contadino, lo si deve conoscere personalmente per essere sicuri di ciò che fa, oppure bisogna accertarsi che sia "sotto" il marchio bio. e certo, ci si può organizzare ma in genere sarebbe bello se fossero più onesti coi prezzi id prodotti bio perchè ci sono un sacco di persone con tanta volontà, onsapevolezza,ecc. ma che non hanno possibilità economiche.
 
mudilasData: Mercoledì, 24.02.2010, 17:03 | Messaggio # 11
Pianta
Gruppo: Vicino
Messaggi: 149
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
ciao!
l'azienda agricola del contadino da me citato, si chiama "Casa delle Acque", ed è certificata...
poi sicuramente se non c'è certificazione occorre conoscere il contadino...
per essere sicuri, credo occorra conoscere anche le aziende che producono bio e chi certifica...

la certificazione bio attuale, ahinoi, consente l'utilizzo di alcune sostanze nocive.

Added (24.02.2010, 17:03)
---------------------------------------------
accantonando per un istante l'ideale dell'autoproduzione, i GAS potrebbero essere una soluzione immediata: si rompono le catene dell'itermediazione, si fa guadagnare anche il piccolo agricoltore, che non deve sottostare alla mafia dei grossisti, e si risparmia sia economicamente che in termini ambientali.

http://www.coldiretti.it/organis....iva.htm


Ad ogni mio desiderio deve corrispondere un'azione. Nè servo nè padrone di niente e di nessuno.

Messaggio modificato da mudilas - Giovedì, 25.02.2010, 15:44
 
colibrìData: Martedì, 02.03.2010, 21:05 | Messaggio # 12
Tronchetto
Gruppo: Vicino
Messaggi: 237
Reputazione: 0
Premi:1
 
Stato: Offline
ciao a tutti ,a proposito di ogm oggi vedevo scorrere i titoli di coda del tg su rai2 e ho letto che l'UE ha dato il via libera all'aingresso dei prodotti OGM in Europa,iniziando ad esempio con le patate per uso industriale che presumo voglia dire l'uso di esse per varie ditte e presumo anche come cibo per le mense delle varie aziende ,se per caso qualcuno di voi dovesse scoprire un posto dove si raccolgono firme per protestare e contrastare l'ingresso di essi in Italia lo faccia sapere io ho dato un occhiata ma non ho trovato ancora niente grazie a tutti ciao angry

per me esiste solo il cammino lungo sentieri che hanno un cuore.

Messaggio modificato da colibrì - Mercoledì, 03.03.2010, 00:37
 
paradisiverdiData: Mercoledì, 03.03.2010, 03:43 | Messaggio # 13
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Grazie Colibrì, abbiamo dato un'occhiata in internet e pare che ci fosse già una petizione a riguardo, tra l'altro firmata da milioni di italiani, ma pare ovvio che se ne siano fregati altamente se poi è andata a finire così. Probabilmente presto ne pubblicheranno un'altra, visto che la minaccia rimane reale e tangibile.
Poi abbiamo scoperto che la Bayer - il famoso colosso tedesco della chimica - sta tentando di vendere a diversi paesi una varietà di riso geneticamente modificato resistente ad un erbicida. C'era una petizione anche per questo ma come sia andata a finire non lo sappiamo. In genere pare che i prodotti più afflitti dalla piaga OGM siano riso, patate e mais. wacko


Marco e Olesya
 
paradisiverdiData: Giovedì, 18.03.2010, 00:53 | Messaggio # 14
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ed ecco delle news sugli OGM. Come ci aspettavamo non sono così buone. Tuttavia c'è una petizione, se può essere utile. In ogni caso meglio che starsene con le mani in mano!

Marco e Olesya
 
colibrìData: Giovedì, 18.03.2010, 11:51 | Messaggio # 15
Tronchetto
Gruppo: Vicino
Messaggi: 237
Reputazione: 0
Premi:1
 
Stato: Offline
Quote (paradisiverdi)
petizione,

ciao ho già firmato grazie ragazzi,purtroppo avevo dimenticato di avvisarvi

Added (18.03.2010, 11:51)
---------------------------------------------

Quote (paradisiverdi)
petizione,

ciao ho già firmato grazie ragazzi,purtroppo avevo dimenticato di avvisarvi


per me esiste solo il cammino lungo sentieri che hanno un cuore.
 
Forum » Dialoghiamo! » Discussioni su articoli, news, ecc. » ...E di nuovo OGM!...
Page 1 of 212»
Search:

Copyright paradisiverdi © 2008 - 2017 Hosted by uCoz