Mucche con nome fanno più latte - 29 March 2011 - Paradisi Per l'Anima
Paradisi
        Per L'Anima
Menu del Sito


Nuovi Articoli
Il bianco mantello della decrescita
[17.02.2012]
Chiudete il coperchio del water!!!
[10.07.2011]
Come di solito la gente si rovina il destino?
[15.05.2011]
Fukushima ovvero il crollo del paradigma nucleare
[19.03.2011]
Un Qualcosa sull'Amore
[12.02.2011]
Articoli a scelta casuale
Vacanze a Berlino, una boccata d’aria... e di civiltà



Realizzazione del compost



Master class in intaglio di cucchiai



E' in arrivo l'anno del bufalo: la tradizione cinese colpisce ancora!



Aceto di mele casalingo



Il nostro questionario
Pronti per la vita in ecovillaggio?

Risposte in totale: 458
Home » 2011 » Marzo » 29 » Mucche con nome fanno più latte
Mucche con nome fanno più latte
00:46
Che si chiami Wendy o Carolina poco importa: basta che una mucca abbia un nome e produrra' piu' latte di una 'collega' che invece un nome non ce l'ha. Queste le conclusioni di uno studio della Newcastle University, pubblicato sul sito della rivista Anthrozoos. ''Cosi' come la gente reagisce meglio se viene trattata con un tocco personale, le mucche sono piu' felici e rilassate se ricevono un'attenzione piu' individuale'' spiega Catherine Douglas, della Scuola di agricoltura, cibo e sviluppo rurale presso l'Universita' di Newcastle. ''Quello che dimostra il nostro studio - aggiunge Douglas - e' quanto tanti allevatori attenti sanno da tempo.
Dando maggiore importanza al singolo animale, con comportamenti come chiamare una mucca con il suo nome o interagire durante la sua crescita, non solo possono migliorare il benessere dell'animale e la sua percezione degli esseri umani, ma anche aumentare la produzione di latte''. Lo studio dell'Universita' di Newcastl, riferisce ScienceDaily, ha svolto un'indagine su 516 produttori di latte inglesi. Quasi la meta', il 46%, ha affermato di chiamare per nome le mucche nella propria fattoria, ottenendo, per lo stesso numero di animali, 258 litri in piu' di latte di chi invece non lo fa. Il 66% degli allevatori ha detto di ''conoscere tutte le mucche della mandria'' e il 48% era d'accordo sul fatto che un contatto umano positivo e' piu' probabile che condizioni mucche con una buona tendenza a produrre latte.
"I nostri dati - spiega Douglas - suggeriscono che nell' intera Gran Bretagna i produttori di latte considerano le loro mucche come esseri intelligenti capaci di sperimentare una gamma di emozioni. E dare piu' importanza alla conoscenza dei singoli animali e chiamarli per nome puo' - a costo zero per l' allevatore - anche incrementare in modo significativo la produzione di latte''. ''Qualsiasi tipo di contatto personale con l'animale lo mette in condizioni di vivere meglio - conferma Giancarlo Belluzzi, vicepresidente dell'Associazione nazionale medici veterinari italiani (Anmvi) - si pensi ad esempio alla musica, alle carezze prima della mungitura, o comunque ad un approccio diretto e personale, che rientra nelle linee del benessere animale e di una maggiore empatia di questo con l'ambiente''.
Guardando alla realta' pero' ''e' impensabile oggi dare nomi agli animali nei moderni sistemi di allevamento, che nel caso dei bovini contiene oltre 500 esemplari e nel caso dei suini alcune migliaia''. Il punto e' guardare al contesto piu' ampio del benessere dell'animale, che si tratti di una mucca o di un maiale poco importa: ''E' obbligatorio - aggiunge il vicepresidente dell' Anmvi - per il rispetto delle leggi ma anche per una vita funzionale dell'animale produttivo, trattarlo in modo corretto. Si parte innanzitutto dal comfort dell'ambiente, pulizia e igiene, dalle condizioni della lettiera. Poi si tratta di fornire adeguati spazi di movimento e di riposo, oltre a quello della mangiatoia, dove bisogna evitare lotte fra i singoli animali''. Da non sottovalutare anche luci e suoni: ''Luci fioche la notte e niente rumori fastidiosi e toni acuti'' conclude Belluzzi.

Tratto da: solatium.comze.com
Visto: 1455 | Aggiunto da: paradisiverdi
Commenti in totale: 0
Solo utenti registrati possono aggiungere commenti.
[ Registrati | Login ]
Annuncio


Amici di ParadisiVerdi, il 10% di sconto per voi sui libri di Megre! Codice sconto MO1, cliccate qui!


Novità in Cinema Verde
Comprare, buttare, comprare
Film
Babies
Film
Report - Il boccone del prete
Film
La vita emotiva degli animali da fattoria
Film
Il Vento fa il Suo Giro
Film
Nuovi File
L'orto didattico
[03.01.2010]

Tecnologia RFID. Il nostro bisogno di schiavitù?
[14.11.2009]

Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO
[27.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 21-27 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Antoine de Saint-Exupéry - Il Piccolo Principe (capitoli 10-20 + PDF da scaricare)
[12.07.2009]

Amici del Sito
Selvatici

Ecovillaggio Rassvet, Ucraina

Un diavoletto naturalista

Il Mondo (é) SOSTENIBILE

Vivere Altrimenti

Dianusa - 'I Cedri Sonori' in Romania

Giardino

Arredo giardino

Fiori

Giardino
Luna Oggi
Il pulsante di Paradisi




Se volete fare uno scambio di banner o link, cliccate qui!
Statistica

Cerca
Copyright paradisiverdi © 2008 - 2016 Hosted by uCoz