Paradisi
        Per L'Anima
[ Nuovi messaggi · Utenti · Forum rules · Cerca · RSS ]
Page 1 of 11
Forum » Ecovillaggi » Creiamone uno nuovo!! » organizzazione di ecovillaggio
organizzazione di ecovillaggio
GardnerData: Sabato, 10.10.2009, 20:44 | Messaggio # 1
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 64
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
c iao, questa volta propongo un'iniziativa ispiratami da un articolo che ho trovato in questo sito. trattasi dell'organizzazione di un ecovillaggio. quindi ho letto e ho trovato molte cose alle quali non avevo mai pensato prima, in effetti ci sono cosi tante cose da prendere in considerazione! pare che noi tutti veniamo da posti differenti, io stesso ancora non so se sarò dei vostri, la mia famiglia e'contro, ve l'ho detto. ma penso sarebbe un bene che parlassimo qui sul forum per conoscerci meglio. vi copio qui una frase secondo me importante da quell'articolo:

E così possiamo notare che il fatto che una persona dichiari di voler vivere in ecovillaggio non significa che abbia le stesse intenzioni di tutti gli altri. Sicuramente ci sono delle similitudini, ma ad un livello così generale che per una cosa così pratica come creare un ecovillaggio una tale astratta comunità è ovviamente non abbastanza! Bisogna raggiungere un livello di comunanza o comprensione in ogni concreta cosa “terrena”, che tocca direttamente l’organizzazione della vita in ecovillaggio.

allora propongo una prima domanda, secondo me molto importante: immaginiamo di avere già un terreno, saremmo pronti a trasferirci direttamente oppure fare un iniziale qui e la? vi dico la mia (considerando l'ipotesi la mia famiglia sia daccordo): se c’e’ un capannone per appoggiarsi, il posto comune come nel progetto, ci andrei subito! sarei prontissimo a lasciare il lavoro e trasferirmi. probabilmente sono cosi stanco di questa vita che preferisco chiudere gli occhi ed andare via con la mente, il piu lontano possibile… biggrin di certo e’’ meglio cominciare in primavera per poter avere almeno l’orto e quindi da mangiare.

 
ClaudioData: Domenica, 11.10.2009, 02:06 | Messaggio # 2
Nuovo arrivato
Gruppo: Utente
Messaggi: 7
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Ciao, penso che, se stiamo parlando seriamente di creazione di ecovillaggio, prima di tutto occorre frequentarci di persona. Cominciare a guardarci negli occhi e poterci ascoltare e parlare dal cuore.
Questo sarebbe il primo passo REALE. Poi la visione può cominciare a prendere forma concreta.
Questa fase virtuale, in cui ci si contatta via forum o email è una fase preliminare, importante sì, ma che non coinvolge tutto il nostro essere (corpo, mente, spirito, emozioni - terra, aria, fuoco, acqua).
L'aspetto che più vorrei approfondire nell'intraprendere un percorso del genere è quello relazionale. Come ho scritto nel mio primo post, frequentando un nativo americano (Manitonquat - Medicine Story) ho imparato che la fondamentale importanza di vivere con sacralità e celebrazione la relazione con se stessi, con i nostri fratelli e con Madre Terra è la base per costruire una comunità che funzioni.
Ma troppo spesso la diamo per scontata. E questa leggerezza la paghiamo con il disfacimento del gruppo, nonostante tutte le buone intenzioni che ancora ci possono motivare. Dobbiamo riconoscere che certi schemi ce li portiamo con noi dalla vecchia struttura che ci ha modellato da quando eravamo in culla. Finché non li riconosciamo e li dissolviamo con la nostra consapevolezza, non riusciremo a creare qualcosa di nuovo, libero dal vecchio. Quel nuovo che cerchiamo è una vita nell'Amore. E l'Amore emerge necessariamente con l'apertura del nostro cuore all'altro.
Non sottovalutiamolo mai!
un caro saluto...


Claudio
 
paradisiverdiData: Domenica, 11.10.2009, 04:24 | Messaggio # 3
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ciao! smile
Gardner grazie per la tua iniziativa, probabilmente ti riferisci a questi articoli: http://paradisiverdi.ucoz.com/publ/3-1-0-6 e http://paradisiverdi.ucoz.com/publ/3-1-0-17 ?
E siamo molto d’accordo con Claudio, la prima cosa concreta è proprio frequentarsi di persona. Ad ogni modo, ne abbiamo fatta di esperienza per quanto riguarda gli incontri ed abbiamo notato che anche a quattr’occhi ci vuole tempo per capire chi è chi, ma sicuramente avviene più rapidamente dal vivo che su un forum.

Tuttavia supportiamo l’idea di Gardner perché non tutti i partecipanti purtroppo possono presenziare a tutti gli incontri e quindi parlare di questo e quello sul forum, per conoscersi, male certo non fa, anzi. smile A prima vista siamo tutti qui uniti nell’Amore per la Madre Terra ma poi succede che cominciando a parlare emerge questo o quel fattore, per esempio chi rifiuta ogni “bene” della società/civiltà e chi vorrebbe invece asfaltare i vialetti, chi vorrebbe estraniarsi completamente andando a vivere nella foresta più remota e chi non vorrebbe avere la città a più di tre minuti dall’ecovillaggio, chi si dichiara vegetariano o vegano e chi invece non vede nulla di male nel prepararsi un pollo arrosto e gli esempi potrebbero continuare all’infinito.

Noi ci siamo scontrati con tutte queste cose durante i nostri vari meeting. Anche incontrandosi una volta alla settimana c’è voluto circa un anno per riuscire a vedere cosa si celava veramente dietro a tanti bei discorsi sulla spiritualità e Amore per la Terra di alcune persone e vedere poi, alla fine, chi era veramente pronto e chi no. Quindi, si, siamo d’accordo sia con Gardner che con Claudio, la prima cosa è PARLARE! Meglio dal vivo, certo, ma anche sul forum è già un buon inizio per conoscerci e scambiarci le nostre idee, aspettative, prospettive, ecc.

Tornando a noi: ci trasferiremmo istantaneamente! Ma come Gardner ha giustamente notato, dobbiamo avere almeno inizialmente una capanna, il posto comune pronto e qualche orto che ci offra del nutrimento. E non appena queste cose saranno un po’ organizzate, noi saremo là! Se anche altri fossero pronti a trasferirsi subito, questo renderebbe il processo ancora più veloce perché ci potremmo aiutare l’un l’altro nei lavori.
Diteci anche voi la vostra ragazzi! cool


Marco e Olesya
 
GardnerData: Domenica, 11.10.2009, 18:07 | Messaggio # 4
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 64
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
ciao ragazzi!!io sono daccordo, parlare dal vivo è la cosa più importante. però guardando la mia situazione per esempiotra famiglia ostile e lavoro dubito che riuscirò ad unirmi a voi in qusto incontro e chissà quelli futuri,quindi è per me molto importante parlare e conoscerci qui sul forum.
 
ClaudioData: Domenica, 11.10.2009, 23:12 | Messaggio # 5
Nuovo arrivato
Gruppo: Utente
Messaggi: 7
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Quote (Gardner)
ciao ragazzi!!io sono daccordo, parlare dal vivo è la cosa più importante. però guardando la mia situazione per esempiotra famiglia ostile e lavoro dubito che riuscirò ad unirmi a voi in qusto incontro e chissà quelli futuri,quindi è per me molto importante parlare e conoscerci qui sul forum.

Certo questo è molto importante, volevo solo sottolineare il fatto che la frequentazione dal vivo riserva una serie di sensazioni emozionali che non si possono descrivere, ma che fanno la differenza e che ci danno la netta sensazione se vogliamo o meno proseguire la strada con quelle determinate persone...
Comunque anche il forum è già molto buono, ci permette di rimanere in contatto ed esprimerci in un certo modo...
un caro saluto. Claudio


Claudio
 
paradisiverdiData: Lunedì, 12.10.2009, 02:05 | Messaggio # 6
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
E a proposito di incontri, se abbiamo capito bene tu Gardner alla fine non verrai? Che peccato sad
E tu Claudio? Ti piacerebbe unirti a noi? Ci rendiamo conto che in mezzo alla settimana per molti non sia una comodità, ma chissà...


Marco e Olesya
 
AdelmoData: Lunedì, 12.10.2009, 06:59 | Messaggio # 7
Seme
Gruppo: Vicino
Messaggi: 37
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Caro gardnrer allora siamo in 2... In ogni caso com e sta andando il mondo e' visibile speriamo anche le nostre famiglie capiscano... Che bisogna vivere nella naturaa!!!
 
ClaudioData: Sabato, 17.10.2009, 00:26 | Messaggio # 8
Nuovo arrivato
Gruppo: Utente
Messaggi: 7
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Quote (paradisiverdi)
E tu Claudio? Ti piacerebbe unirti a noi? Ci rendiamo conto che in mezzo alla settimana per molti non sia una comodità, ma chissà...

OK, sembra che mi sia inguaiato da solo parlando di incontrarsi di persona (scherzo!), perché certamente richiede impegno. Inoltre per uno come me che ha una famiglia la cosa diventa più complessa...
Non ho visto quando intenderete incontrarvi, ma credo che per me sia troppo presto. Vi ho appena conosciuti (come sito), qualcuno di nome e ho appena cominciato a leggerne i contenuti, che comunque già mi risuonano molto bene con i miei pensieri e desideri.

Ma non fraintendetemi! Se non vengo non mi sto rimangiando le parole che ho scritto sopra. L'incontro reale è molto importante.
Se fossi single e senza vincoli di lavoro o di denaro, sarei già fra di voi a conoscervi di persona.
Per il momento rimango nella fase "preliminari" stando in contatto.
un abbraccio
Claudio


Claudio
 
paradisiverdiData: Sabato, 17.10.2009, 03:46 | Messaggio # 9
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Non ti preoccupare alla fine siamo tutti d'accordo e tutti con gli stessi problemi logistici, comunque di incontri ne faremo ancora e nel frattempo abbiamo il forum per rimanere in contatto smile

Marco e Olesya
 
GardnerData: Sabato, 17.10.2009, 21:00 | Messaggio # 10
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 64
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
ciao ragazzi,scusate! si mi riferivo proprio a quegli articoli,bravi smile allora ,qualcun altro vuol dire la sua sul'argomento??
 
colibrìData: Domenica, 18.10.2009, 20:50 | Messaggio # 11
Tronchetto
Gruppo: Vicino
Messaggi: 237
Reputazione: 0
Premi:1
 
Stato: Offline
Quote (Gardner)
dire la sua sul'argomento?

Ciao Gardner ,anch'io credo che quando si inizierà sarà meglio farlo in primavera.Così da esserci tutto il tempo necessario per prepararsi all'inverno.poi sai dipende da tanti fattori ,ad esempio la costruzione di una casa propria ,c'è chi ha tutta la disponibilità per costruirla tutta subito in breve tempo e chi magari impiegherà più tempo perchè ha meno soldi da investire,allora secondo me come soluzione io penserei di sistemare per prima cosa il rudere preesistente,partecipando con un tot a testa ,e lavorandoci un po' tutti insieme così anche da legare meglio tra di noi ,sarebbe un modo di conoscerci meglio ,sempre che si decida di acquistare il terreno di Forlì-Cesena.Ma anche se non si dovesse acquistare quello di terreno ,il concetto di base sarebbe comunque lo stesso.Dunque dicevo sistemare una base , che in futuro sarebbe un centro per le varie attività da fare insieme,ma che all'inizio potrebbe anche servire per dare la possibilità di un tetto per chi non può costruirsi la propria casa in breve tempo .Che ne pensate?

Added (18.10.2009, 20:50)
---------------------------------------------
Ops dimenticavo,mi raccomando,ditemi le vostre impressioni,tutto ciò ci porta a conoscerci meglio,a vedere come la pensiamo,e tutto questo lavoro di "conoscenza" ci eviterà dissidi e contrasti in futuro!Parliamoci a cuore aperto,io ho esposto una mia idea,non appena avrò dei dubbi esporrò anche quelli,l'importante è parlarne smile


per me esiste solo il cammino lungo sentieri che hanno un cuore.
 
paradisiverdiData: Lunedì, 19.10.2009, 02:27 | Messaggio # 12
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Ciao Colibrì! Si, siamo d'accordo sul fatto che tutto debba partire dal rudere, così tutti si potrebbe stare lì nel mentre dei lavori fin dall'inizio! Poi questo qui di Galeata è anche bello grande... Vedremo smile Però, appunto, è fatica sbilanciarsi sul fatto di trasferirsi subito, perchè alla fine, il terreno in mano non ce l'abbiamo e quindi dipende dalle condizioni del rudere che avremo, se c'è del boschivo, ecc. Insomma i fattori determinanti che ormai conosciamo tutti molto bene smile

Marco e Olesya
 
AdelmoData: Lunedì, 19.10.2009, 06:50 | Messaggio # 13
Seme
Gruppo: Vicino
Messaggi: 37
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Penso che trasferirsi subito e’ una cosa motlo estrma, almeno per me e’cosi. Bisogna sistemare le cose, col lavoro, con la casa, cobn tutto! Penso che per me 2,3 anni c’è bisogno. Ma sono d’accordo sul fatto di partire dal rrudere!
 
GardnerData: Lunedì, 19.10.2009, 21:22 | Messaggio # 14
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 64
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
c-iao e grazie a tutti per le opinioni. colibrì si si tutto dovrebbe partire dal rudere, pare siamo tutti daccordo; ed è anche una cosa buona per fare pratica biggrin invece adelmo io penso che a metterci 2-3 anni c'è il rischio che questo processo di trasferimento diventi eterno. certo, bisogna sistemare le cose ma noi persone tendiamo ad avere l'abitudine di dire 'domani' e poi questo domani si ripete all'infinito. invece se si vuole partire, si parte! quindi vale lo stesso anche per il trasferirsi. io lo farei subito ma, be, lo sapete
 
Forum » Ecovillaggi » Creiamone uno nuovo!! » organizzazione di ecovillaggio
Page 1 of 11
Search:

Copyright paradisiverdi © 2008 - 2017 Hosted by uCoz