Paradisi
        Per L'Anima
[ Nuovi messaggi · Utenti · Forum rules · Cerca · RSS ]
Page 1 of 11
Forum » Dialoghiamo! » Bersò » materiali ecologici
materiali ecologici
whenleavesfallData: Venerdì, 19.02.2010, 22:25 | Messaggio # 1
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 41
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
ciao ragazzi, stavo guardando su internet i materiali ecologici per l'edilizia. -sono capitato in una pagina che trattava degli isolanti termici e per quanto riguarda quelli di origine vegetale, e troviamo fra i vari pannelli in fibra di cellulosa, legno e lino anche pannelli in fibra di canapa. scusate la domanda forse un pò sciocca ma essendo la canapa illegale nel nostro paese si trovano in commercio?

indirettamente mi ricollego ad un altro argomento: ho visto che vendono i vestiti di canapa. se uno volesse filarseli da solo, potrebbe crescere delle piante solo ed esclusivamente a questo scopo?

 
colibrìData: Venerdì, 19.02.2010, 23:52 | Messaggio # 2
Tronchetto
Gruppo: Vicino
Messaggi: 237
Reputazione: 0
Premi:1
 
Stato: Offline
Quote (whenleavesfall)
canapa.

Ciao Whenleavesfall per quel che ne so ,esistono due tipi di canapa ,quella che viene usata per fibre tessili,la stessa che veniva usata un tempo anche per costruire le corde e lo spago che prima di essere lavorato industrialmente veniva lavorato manualmente, e come semi da mischiare alle varie miscele di cibo per i canarini,di libera vendita e quella che contiene alcaloidi ,che è un'altra varietà ,quella è illegale come ben si sa.Dal punto di vista legale non saprei .Spero di esserti stato d'aiuto ciao smile


per me esiste solo il cammino lungo sentieri che hanno un cuore.
 
paradisiverdiData: Sabato, 20.02.2010, 02:45 | Messaggio # 3
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Si è un argomento proprio interessante! Infatti la canapa è molto potente come medicinale e dona un tessuto d'altissima qualità. Naturalmente è un eccellente materiale ecologico per l'edilizia. A proposito avevavmo pubblicato qualcosa in merito, tempo fa, che potete leggere QUI. Ma purtroppo non vi è scritto nulla a riguardo delle leggi italiane.
In ogni caso, un anno fa, siamo stati ad una fiera del naturale e tra le tante cose c'erano vestiti di canapa ed i prezzi erano proibitivi...! Abbiamo chiesto alla bancarella come mai ed il tipo c'ha detto che la canapa è illegale in Italia e quindi loro dovevano comprare i tessuti all'estero, ecco perchè i prezzi risultano così esorbitanti. Poi, sempre tempo fa, abbiamo visto un servizio a Le Iene, dove parlavano proprio dei farmaci ottenuti dalla canapa, che portano benefici eccezzionali ma ovviamente costano un sacco perchè devono arrivare dall'estero. Pare che abbiano instaurato dei centri di ricerca anche in Italia e quindi chissà che le cose non si stiano muovendo... Anche se comunque, molto lentamente.
Però chissà se è possibile avere un permesso, dai carabinieri o chissà chi per coltivare un ammontare strettamente per la produzione di tessuti, in ecovillaggio. Boh, per esempio di tanto in tanto noi acquistiamo prodotti dalla ditta Verdesativa che vende tutti prodotti a base di canapa (http://www.verdesativa.com/), non sono molto cari e quindi magari hanno le loro piantagioni. Stiamo spulciando il sito, ci sono molti pdf e magari hanno scritto qualcosa a riguardo. O magari possiamo azzardarci a chiedere direttamente a loro biggrin


Marco e Olesya
 
paradisiverdiData: Sabato, 20.02.2010, 03:36 | Messaggio # 4
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Aggiornamento dell'ultim'ora! happy Abbiamo letto su Wapedia quanto segue: In Italia la coltivazione industriale è consentita dietro speciale permesso, limitato a varietà di canapa certificata, appositamente selezionate per avere un contenuto trascurabile di THC, che ne costituisce il principio attivo farmacologico e psicotropo.
Quindi è possibile! cool


Marco e Olesya
 
whenleavesfallData: Sabato, 20.02.2010, 21:19 | Messaggio # 5
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 41
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
ah ottimo ottimo, grazie! certo che voi ci aggiornate proprio in tempo reale -grandi! hands

ci mancava solo il cartello -"stiamo lavorando per voi" biggrin

 
paradisiverdiData: Lunedì, 22.02.2010, 03:31 | Messaggio # 6
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Grazie Whenleavesfall, facciamo del nostro meglio! biggrin

Marco e Olesya
 
figliadeiboschiData: Sabato, 19.06.2010, 10:11 | Messaggio # 7
Nuovo arrivato
Gruppo: Vicino
Messaggi: 7
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
La canapa è una pianta eccezionale, la sua possibilità di utilizzo è incredibile: carta, tessuti, olio, medicine, puoi ricavare cibo dai suoi semi, puoi ricavarci del carburante. I tessuti e le corde che se ne ricavano sono di eccezionale resistenza e i semi sono molto nutrienti.
Ci si può anche costruire una automobile e l’hanno anche fatto tutta in canapa, biodegradabile.

Ci si può costruire praticamente qualsiasi cosa, costa poco, cresce in fretta ed è assolutamente "antieconomica" per i potenti.

Non è un caso che sia stata boigottata.

Ho sentito dire che la canapa modificata, senza THC non ha la stessa resa e la stessa resistenza. Non so se è vero, bisognerebbe approfondire...

Intanto vi posto un filmato su youtube che chiarisce alcune cose su questa pianta (sono 3 filmati):
http://www.youtube.com/watch?v=O9duADUY8GQ

 
paradisiverdiData: Domenica, 20.06.2010, 06:41 | Messaggio # 8
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Valerio ha postato un messaggio che, per non finire off-topic, abbiamo spostato QUI smile

Marco e Olesya
 
uolzaData: Sabato, 21.08.2010, 17:44 | Messaggio # 9
Nuovo arrivato
Gruppo: Vicino
Messaggi: 18
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Quote (whenleavesfall)
indirettamente mi ricollego ad un altro argomento: ho visto che vendono i vestiti di canapa. se uno volesse filarseli da solo, potrebbe crescere delle piante solo ed esclusivamente a questo scopo?

si..basta che paghi le tasse cool ..non scherzo ..
nel canavese, in Piemonte si produce la migliore canapa da fibra del mondo, tant'è vero che la regione ha varato un progetto per il rilancio della coltivazione
http://www.regione.piemonte.it/agri....f
http://www.peacelink.it/sociale/a/20478.html

Quote (colibrì)
per quel che ne so ,esistono due tipi di canapa ,quella che viene usata per fibre tessili,la stessa che veniva usata un tempo anche per costruire le corde e lo spago che prima di essere lavorato industrialmente veniva lavorato manualmente, e come semi da mischiare alle varie miscele di cibo per i canarini,di libera vendita e quella che contiene alcaloidi ,che è un'altra varietà ,quella è illegale come ben si sa.

per quanto ci siano pareri discordanti.. esiste solo un tipo di canapa.. l'unica differenza sta nella selzione: nell'una si è privilegiato la fibra, nell'altra la resina

L'unico vero motivo per cui "fa male" ed è illegale è ..sempre quello!! Il petrolio angry
che centra? di che cosa son fatte le corde ora? di nylon !
il signor DuPont (il fabbricante d'armi che si è arrichito con la 1 guerra mondiale), maggiore produttore di fibre sintetiche, Aslinger burattino di quella cricca che governa il pianeta si sono prodigati a diffamare questa povera pianta (a cui si collega addirittura la nascita dell'agricoltura) mettendo i bastoni fra le ruote anche a Ford, che oltre voler alimentare le sue auto con derivati della canapa, voleva farci anche la carrozzeria!
date un'occhiata qui ad esempio
http://blogs.myspace.com/index.c....2518944

petroli..banche..economia..sempre quello il problema..
Pensate..gira voce che anche dietro l'omicidi di Matteoti ci sia il petrolio!!

 
paradisiverdiData: Lunedì, 23.08.2010, 00:44 | Messaggio # 10
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Quote (uolza)
si..basta che paghi le tasse cool ..non scherzo ..

Grazie per l'informazione Uolza! se è veramente così non c'è che da informarsi e se la cosa rientra in limiti ragionevoli saremo anche noi in grado di fare filati ed oli! E' una pianta tosta!


Marco e Olesya
 
mudilasData: Mercoledì, 08.09.2010, 17:28 | Messaggio # 11
Pianta
Gruppo: Vicino
Messaggi: 149
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Tanto per approfondire, comunque tra uno "pinello" di "anapa" bio e un bicchiere di vino rosso bio, non vedo tutte 'ste differenze, parla uno che non fuma da decenni eh...
certo, vivere per sconvolgersi è assolutamente da aborrire, ma se uno si fuma 'na "anna", ogni tanto, non gli farei certo la morale...neanche fosse un mio vicino...io non sono così bachettone, anzi se devo essere sincero credo sia più dannoso lo zucchero...


Ad ogni mio desiderio deve corrispondere un'azione. Nè servo nè padrone di niente e di nessuno.
 
DannyData: Mercoledì, 08.09.2010, 21:37 | Messaggio # 12
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 69
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
Questo è un argomento che dovrebbe essere molto naturale ma con i dogmi che ci vengono inculcati dalla nascita diventa tabù(pensa come siamo arrangiati..) comunque, come ho già detto non vedo la Canapa una droga,semplicemente per il fatto che non lo è! si dicono un sacco di cose al riguardo e molti parlano senza informazione, ho letto un libro scritto da Lester Grinspoon(Dottore in Medicina,professore in psichiatria alla Harvard Medical School) e da James.Bakalar (direttore della rivista Harvard Mental Health Letter e docente universitario in legge presso il Dipartimento di Psichiatria della Harvard Medical School),212 pagine di lodi verso questa pianta, raccontano i veri benefici, di quante persone hanno curato varie patologie grazie ad essa, la definiscono l'unica pianta in grado di poter curare certi sintomi senza creare dipendenza a differenza di molti medicinali che la creano eccome come ansiolitici e via dicendo,però questi vanno bene perchè le pecore visto che è legale le reputano buone e quindi la dipendenza da questi viene accettata. aggiungerò qui sotto varie risposte a domande poste ad esperti nel campo medico che tutti pensano di sapere ma che realmente conoscono in pochi,altrimenti non saremmo qui alle soglie del 2011 a chiederci se ancora fa bene o male. Nessuno e ripeto NESSUNO è mai morto per Cannabis, molti muoiono per l'alcool e molti per le sigarette(LEGALI), ma nessuno mai per la Marijuana (ILLEGALE).

1a. Cos'è la canapa?
Per quello che ci interessa, la canapa è la pianta denominata "cannabis sativa". Ci sono altre piante che portano il nome di canapa, ma la cannabis sativa è la più utile tra queste piante. "Sativa" significa utile, e "cannabis" canapa. La canapa è una pianta che è stata utilizzata fin dalla preistoria per molte cose. La fibra è il prodotto più conosciuto, e la parola canapa può stare a significare la corda o lo spago fatto con la pianta di canapa, così come anche il fusto della pianta che lo produce.

1b. Che cos'è la cannabis?
La cannabis è la più resistente tra le piante di canapa, e produce il tessuto più robusto, detto "canvass". (la "canvass" è stata largamente usata per le vele nella più antica industria navale, perchè era il solo tessuto che non sarebbe marcito a contatto con gli spruzzi del mare). La pianta di cannabis produce inoltre altri prodotti molto importanti, che altre piante di canapa non producono (in forme utilizzabili): semi, legno (o polpa) e medicine.
Il legno è usato come combustibile e per fabbricare la carta. I semi sono adatti come cibo, sia per gli uomini che per gli animali. L'olio ricavato dai semi può essere usato come materia prima per fabbricare vernici. I medicinali sono costituiti dalla tintura o dalle miscele della appiccicosa resina che si trova nei fiori o nelle foglie della pianta, e sono utili in una varietà di situazioni.

1c. Da dove viene il termine "marijuana"?
La parola marijuana è un termine del dialetto messicano che divenne popolare alla fine degli anni trenta in America per effetto di una serie di comunicati del Governo che noi chiamiamo "Movimento della Pazzia della Marijuana". Ciò si riferisce specificatamente alla parte medicinale della cannabis che i soldati messicani usavano fumare.
Oggi negli Stati Uniti il possesso della canapa (intendendo le radici, il fusto e gli steli della pianta cannabis) è legale. Nessuno vi può arrestare perchè vestite una camicia di canapa, o perchè usate carta di canapa.
Della marijuana (fiori, boccioli, foglie della cannabis) il possesso è illegale, e ci sono grosse multe fino alla prigione per il possesso di marijuana. I semi si possono legalmente detenere e mangiare, ma solo se sono stati sterilizzati (in modo che non possano crescere fino a maturità).
Finchè non sarà possibile far crescere la pianta di canapa senza possedere marijuana, gli Stati Uniti non potranno produrre alcun prodotto industriale della canapa, e devono importarlo o, più spesso, sostituirlo con altri. (C'è un modo per coltivare la canapa legalmente, ma questo prevede che si debba fare una domanda alla Drug Enforcement Administration , e la DEA molto raramente ancora oggi dà il suo permesso). Questo non sembra avere impedito alla gente di produrre e di consumare marijuana, comunque. In molti degli Stati Uniti la marijuana è, in termini monetari, la coltivazione più importante, principalmente perchè essa raggiunge prezzi molto alti al mercato nero.

Added (08.09.2010, 21:31)
---------------------------------------------
2a. In che modo la canapa può essere usata come cibo?
I semi di canapa sono una fonte di proteine e di acidi grassi essenziali altamente nutrienti. Molti popoli hanno coltivato la canapa per i suoi semi. Le foglie possono essere usate come cibo per gli animali, ma non senza dei leggeri effetti psico-attivi. I semi di canapa non contengono per niente marijuana, e non vi faranno andare su di giri.
Le proteine dei semi di canapa assomigliano molto a quelle che si trovano nel sangue umano. Sono fantasticamente semplici da digerire, e a molti pazienti che avevano disturbi intestinali sono stati prescritti dai loro medici semi di canapa. I semi di canapa erano chiamati una volta "edestine" ed erano considerati dagli scienziati come il modello delle proteine vegetali.
L'olio dei semi di canapa fornisce al corpo umano gli acidi grassi essenziali. I semi di canapa sono gli unici che contengono questi oli con quasi solo grassi insaturi. Come supplemento della dieta questi oli possono ridurre il rischio di malattie di cuore. è questa la ragione per cui gli uccelli possono vivere di più se mangiano semi di canapa. Con i semi di canapa un vegetariano può sopravvivere e nutrirsi senza grassi saturi. Una manciata di semi di canapa al giorno fornisce adeguate proteine ed oli essenziali per un adulto.

2b. Quali sono i benefici della canapa rispetto alla coltivazione degli altri cibi?
La canapa richiede pochi fertilizzanti, e cresce bene quasi dappertutto. Essa inoltre è resistente alle malattie, ed ha bisogno di pochi pesticidi. La canapa ha radici profonde, il che è un bene per il terreno, e quando le foglie cadono dalla pianta, i minerali sono restituiti alla terra. La canapa è stata coltivata sullo stesso campo in filari per venti anni senza un apprezzabile impoverimento del suolo.
Usare meno fertilizzanti e pesticidi chimici è bene per due ragioni: la prima è che costa meno e richiede meno lavoro; la seconda è che molti prodotti chimici danneggiano e contaminano l'ambiente. Meno ne usiamo, meglio è.

2c. E la soia? È competitiva la canapa come fonte mondiale di proteine?
La canapa non produce veramente tante proteine quanto la soia, ma le proteine dei semi di canapa sono di più alto valore rispetto alla soia. Considerazioni di tipo agricolo possono far diventare la canapa il cibo del futuro. In aggiunta al fatto che la canapa è facile da coltivare, essa inoltre resiste ai raggi ultravioletti, che sono un tipo di luce solare intercettata dallo strato di ozono. I semi di soia non reagiscono ai raggi ultravioletti altrettanto bene. Se lo strato di ozono si ridurrà del 16 %, il che secondo alcune stime è molto probabile, la produzione di soia crollerebbe del 25 o 30 %.
Noi potremmo dover coltivare la canapa o soffrire la fame, e questo non sarebbe la prima volta che capita. La canapa è stata usata per nutrire molte popolazioni in tempi di carestia. Sfortunatamente, a causa di vari fattori politici, i popoli affamati negli odierni paesi in via di sviluppo non utilizzano questa risorsa. In alcune regioni perchè gli ufficiali governativi la chiamerebbero marijuana e distruggerebbero la coltivazione. In altre perchè i contadini sono completamente impegnati a coltivare la coca ed i papaveri per produrre cocaina ed eroina per il boss locale. Questo è veramente un triste stato delle cose. Sperabilmente verrà il giorno in cui i Corpi della Pace potranno insegnare le moderne tecniche di coltivazione dei semi di canapa e far cessare la carenza mondiale di proteine.

3a. Come si usa la canapa per i prodotti tessili?
Il fusto della pianta di canapa ha due parti, la fibra e il legno, o polpa. La fibra della pianta di canapa può essere tessuta per fare quasi ogni genere di vestiti. È molto durevole. Infatti i primi blue jeans Levìs erano fatti di canapa proprio per questa ragione. Paragonata a tutte le altre fibre naturali disponibili la canapa è più adatta per un gran numero di applicazioni.
Ecco come la canapa viene mietuta per ricavarne la fibra: un campo di piante di canapa poco distanziate viene lasciato crescere finchè non cadono le foglie. Allora la canapa viene tagliata e lasciata sul campo per qualche tempo a bagnarsi con la pioggia. Viene rigirata in modo regolare per una volta per esporre tutti e due i lati del fusto. Durante questo tempo il legno si ammorbidisce e molti minerali vengono restituiti al suolo. Questa fase è chiamata "esposizione". Dopo che questa fase è stata completata i fusti sono portati ad una macchina che separa la fibra dal legno. Noi siamo fortunati perchè oggi ci sono le macchine - una volta gli uomini facevano questo lavoro manualmente, con ore e ore di fatica da rompersi la schiena.

Added (08.09.2010, 21:33)
---------------------------------------------
3b. Perchè è migliore del cotone?
Il tessuto che si fa con la canapa può essere un pò meno soffice del cotone (comunque eisistono anche speciali tipi di canapa, o modi di coltivarla o di trattarla, che possono produrre un tessuto morbido) ma è molto più resistente e duratura (e non si allunga). Dal punto di vista ambientale è meglio coltivare canapa che coltivare cotone, specialmente il tipo di cotone che è coltivato oggi. Negli Stati Uniti le coltivazioni di cotone usano la metà del totale di dei pesticidi (Si, avete sentito bene, metà dei pesticidi usati in tutti gli Stati Uniti servono per il cotone). Il cotone è una coltivazione dannosa per il suolo, e necessita di molti fertilizzanti.

Added (08.09.2010, 21:34)
---------------------------------------------
4a. Come può essere usata la canapa per fare la carta?
Sia la fibra che il legno della canapa possono essere usati per fabbricare la carta. La carta fatta con le fibre è stata il primo tipo di carta, e il primo lotto fu prodotto nell'antica Cina. La carta di fibra di canapa è sottile, dura, fragile e un pò ruvida. La carta fatta con il legno non è così forte come quella fatta con la fibra, ma è più facile da fabbricare, più soffice, più grossa, e preferibile per la maggior parte degli usi odierni. La carta che usiamo di più oggi è carta di "polpa chimica" ricavata dagli alberi (praticamente il legno degli alberi deve essere sciolto negli acidi). La carta fatta con la polpa della canapa può essere fabbricata partendo dal legno senza bisogno di sostanze chimiche. La maggior parte della carta di canapa fatta oggi usa l'intero fusto della pianta, fibra e legno. Carta di grande robustezza può essere fatta con la sola fibra, anch'essa senza sostanze chimiche.
Il problema con la carta che usiamo oggi è che servono troppe sostanze chimiche per fabbricarla. Acidi molto forti sono necessari per ottenere dagli alberi carta di qualità (liscia, forte e bianca). Questi acidi producono sostanze chimiche molto dannose per l'ambiente. Le industrie cartarie fanno del loro meglio ripulire queste sostanze (speriamo). La canapa ci offre l'opportunità di fare carta sicura dal punto di vista ambientale per tutte le nostre necessità, perchè non ha bisogno di molti trattamenti chimici. è necessario comunque che i consumatori sappiano fare le scelte giuste - queste dannose sostanze chimiche possono essere usate anche con la canapa per ottenere un prodotto leggermente più attraente. Piuttosto che comprare la carta igienica più bianca e luminosa, noi avremo bisogno di pensare a quello che stiamo facendo al pianeta.
Per effetto dei prodotti chimici presenti nella carta che usiamo, essa diventa gialla e si rompe quando gli acidi corrodono la polpa. Questo richiede qualche decina d'anni, ma per questo motivo gli editori, le librerie e gli archivi devono ordinare speciali tipi di carta senza acidi, il che è molto più costoso, al fine di conservare i documenti. La carta fatta in modo naturale con la canapa è senza acidi e dura per dei secoli.

Added (08.09.2010, 21:35)
---------------------------------------------
4b. Perchè non possiamo più continuare ad usare gli alberi?
Le sostanze chimiche usate oggi per fare la carta con la polpa degli alberi, potrebbero causare domani una quantità di guai. Gli ambientalisti sono da molto tempo preoccupati per gli effetti dell'anidride carbonica, e di altri composti, sulla natura ed anche sull'uomo. Oltre all'inquinamento chimico ci sono altre ragioni di tipo agricolo in base alle quale noi dovremmo invece usare la canapa. Quando gli alberi vengono abbattuti, i minerali (del terreno) vengono portati via insieme con essi.
La canapa è molto meno dannosa per il terreno dove è cresciuta, perche essa lascia sul terreno questi minerali.
Una semplice risposta alla domanda di cui sopra è: perchè noi stiamo correndo fuori strada! è stato detto molto tempo fa che uno scoiattolo poteva andare dal New England fino alla riva del Missisippi arrampicandosi sugli alberi senza toccare il suolo una sola volta. Il desiderio degli europei di sistemarsi e di usare la legna per il fuoco e per gli usi della fattoria, ha posto fine a tutto ciò. Quando la prima carta fatta con il legno si è trasformata in una grossa industria, il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) ha incominciato a preoccuparsi per le forniture di legname. Questa è la ragione per cui si misero a cercare altre piante adatte al fine di rimpiazzare il legno. Oggi alcuni "conservatori" sostengono che ci sono più foreste ora che in qualsiasi altra epoca. Ciò non è affatto vero: queste statistiche non riflettono il mondo reale. Una volta che gli alberi sono stati sottratti da un appezzamento di terreno, ci vogliono molte decine di anni prima che la diversità biologica ed i cicli naturali ritornino nella foresta, e le fattorie per lo sfruttamento commerciale degli alberi semplicemente non contano come foreste - esse sono coltivazioni agricole.
Come abbiamo appena ricordato, le fibre di molte piante sono state studiate dal USDA - alcune, come il kenaf (hibiscus cannabinus) erano ancora meglio della canapa per fare alcune qualità di carta, ma la canapa aveva un enorme vantaggio: la forte vitalità. La canapa produce un'immensa quantità di materia vegetale in una stagione di crescita di tre mesi. Quando si trattò di produrre il diluvio di carta usata dagli Americani, solo la canapa avrebbe potuto competere con gli alberi. Di fatto, secondo un calcolo del USDA del 1916, un acro di canapa avrebbe potuto rimpiazzare ben quattro acri di foresta. E, nello stesso tempo, questo acro avrebbe prodotto tessuti e corde.
Oggi solo il 4 % delle antiche foreste americane rimangono al loro posto, e si parla di costruire strade all'interno di esse per necessità di circolazione. Vorranno i nostri politici capire per tempo quanto sarebbe facile salvarle?

Added (08.09.2010, 21:36)
---------------------------------------------
5a. In che modo può essere usata la canapa come combustibile?
Il legno della canapa può essere bruciato così comè è o trasformato in carbonella, metanolo, metano o benzina. Il processo per fare tutto ciò si chiama distillazione frazionata o pirolisi. I carburanti ottenuti da piante come questa si chiamano carburanti da biomassa. Questa carbonella può essere bruciata in generatori elettrici di potenza funzionanti a carbone. Il metanolo costituisce un buon carburante per le automobili, e di fatto viene usato in gare automobilistiche di piloti professionisti. Un giorno potrebbe sostituire la benzina.
La canapa può inoltre essere usata per produrre etanolo. Il Governo degli Stati Uniti ha sviluppato un modo per fabbricare questo tipo di carburante per automobili da biomasse di cellulosa. La canapa è un'eccellente fonte di biomassa di cellulosa di alta qualità. Un altro modo per usare la canapa come carburante è di usare l'olio contenuto nei semi di canapa - alcuni motori Diesel possono funzionare con puro olio di semi di canapa ottenuto per pressione. Comunque l'olio è più utile per altri scopi, anche se noi potremmo produrre e pressare abbastanza semi di canapa per far andare milioni di auto.

5b. Perchè è meglio del petrolio?
I carburanti da biomassa sono puliti, e virtualmente privi di metalli e solfuri, così essi non causano nemmeno lontanamente l'inquinamento dell'aria come i combustibili fossili. Ancora più importante, bruciando carburante da biomassa, non si aumenta la somma totale dell'anidride carbonica nell'atmosfera. Quando i prodotti del petrolio vengono bruciati, il carbonio che è stato immagazzinato sotto terra per milioni di anni, viene aggiunto all'aria. Questo può contribuire al riscaldamento globale attraverso l'effetto serra (una teoria popolare secondo la quale certi gas si comportano come una coperta di lana sopra l'intera Terra, impedendo al calore di disperdersi nello spazio). Al fine di produrre carburante da biomassa, questa anidride carbonica deve essere sottratta dall'aria all'inizio del ciclo - quando avviene la combustione viene appunto restituita all'aria dalla quale era partita.
Un altro vantaggio sui combustibili fossili è che il combustibile da biomassa può essere fabbricato giusto qui negli Stati Uniti, invece di comprarlo da altri paesi. Invece di pagare i tecnici delle perforazioni petrolifere, i capitani di superpetroliere ed i soldati per poter importare il carburante, noi potremmo pagare i nostri coltivatori e distribuirlo ai guidatori. Naturalmente è possibile abbattere alberi ed usarli come biomassa. Questo però non sarebbe altrettanto benefico per l'ambiente come usare la canapa, specialmente finchè gli alberi che vengono tagliati per essere bruciati saranno"mietuti" interi. Questo significa che l'intero albero viene strappato e bruciato, non solo il legno. Poichè la maggior parte dei minerali che l'albero utilizza si trovano nelle foglie, questa pratica potrebbe rovinare il terreno in cui gli alberi sono cresciuti. In parecchi luoghi degli Stati Uniti le compagnie elettriche hanno cominciato a fare questo, bruciare alberi per produrre elettricità, perchè è più conveniente che usare il carbone. Esse dovrebbero usare la canapa, come alcuni ricercatori in Australia iniziarono a fare alcuni anni fa (inoltre la canapa fornisce una più alta qualità e quantità di biomassa rispetto agli alberi).

Added (08.09.2010, 21:37)
---------------------------------------------
6a.) In che modo può essere usata la canapa come medicinale?
La marijuana ha centinaia di possibili usi in medicina. La marijuana (precisamente l'estratto di canapa) è stata disponibile legalmente per i medici fino al 1937, ed era venduta come tonico nervino - ma il genere umano ha fatto uso dei medicamenti estratti dalla canapa per un tempo molto più lungo. La marijuana appare in quasi tutti i libri di medicina conosciuti da antichi studenti e uomini di scienza. Essa è di solito situata tra le medicine principali, chiamate "panacee", una parola che significa "cura-tutto". La lista delle malattie per le quali la cannabis può essere usata include: sclerosi multipla, trattamento del cancro, AIDS (e trattamenti dell'AIDS), glaucoma, depressione, epilessia, emicrania e mal di testa, asma, pruriti, scleroma, forte dolore e distonia. Questa lista ancora non considera gli altri medicamenti che possono essere ottenuti dalla marijuana, quali sono appunto alcune malattiie per le quali la gente oggi fuma o mangia la marijuana integra.
Ci sono più di 60 sostanze chimiche nella marijuana che possono avere usi medici. È relativamente facile produrli sotto forma di cibo o bevande, o dentro qualche tipo di lozioni usando burro, grasso, olio o alcool. Una di queste sostanze, il cannabinolo, può essere utile per aiutare la gente che non può dormire. Un altro è ottenuto dai boccioli non ancora maturi ed è chiamato acido cannabidiolico. È un potente disinfettante. La marijuana dissolta in alcool (da frizionare) aiuta le persone con malattie della pelle, herpes a controllare le loro piaghe, ed una pomata come questa fu uno dei primi usi medicinali della cannabis. Le foglie una volta erano usate in bendaggi, ed un tè di erbe non psicoattive e rilassante può essere fatto con i piccoli steli della cannabis.
Oggi l'uso meglio conosciuto della marijuana è per il controllo della nausea e del vomito. Una delle cose più importanti nel trattamento del cancro con chemioterapie o nel trattamento dell'AIDS con AZT o Foscavir, essere capaci di mangiare bene, fa la differenza tra la vita e la morte. I pazienti hanno scoperto che la marijuana è estremamente efficace nel combattere la nausea; di fatto talmente tanti pazienti la usano a questo scopo anche se è illegale, che essi hanno formato club di compratori per riuscire ad assicurarsi forniture regolari. In California alcuni governi cittadini hanno deciso di guardare da un'altra parte e permettere a questi club di operare apertamente.
La marijuana è anche utile per altre due serie e molto diffuse invalidità. Il glaucoma è la seconda principale causa di cecità, causata da una incontrollabile pressione dell'occhio. La marijuana può controllare la pressione dell'occhio e impedire al glaucoma di causare la cecità. La sclerosi multipla è una malattia in cui il sistema immunitario del corpo attacca le cellule dei nervi. Il risultato sono spasmi e molti altri problemi. La marijuana non solo favorisce la cessazione degli spasmi, ma può anche impedire alla sclerosi multipla di peggiorare.

6b. Cosa c'è di sbagliato in tutte le nostre prescrizioni di medicinali?
Essi costano denaro e sono difficili da produrre. In molti casi inoltre non lavorano altrettanto bene. Alcune prescrizioni mediche che la marijuana può sostituire hanno effetti collaterali molto brutti e anche dannosi. I medicinali della cannabis costano poco, sono sicuri e facili da produrre.
Molta gente pensa che la sostanza dronabinol dovrebe essere usata al posto della marijuana. Il dronabinol è una esatta imitazione di uno dei composti chimici trovati nella marijuana, ed è efficace in molte delle malattie di cui sopra, ma ci sono grandi problemi con il dronabinol, e la maggior parte dei pazienti che hanno usato sia il dronabinol che la marijuana dicono che la marijuana lavora meglio.
Il primo problema con il dronabinol è che è più difficile da ottenere che non la marijuana. Molti medici non amano prescrivere il dronabinol, e molte farmacie non vogliono tenerlo perchè bisogna compilare un mucchio di documenti della DEA (Drug Enforcement Administration). In secondo luogo il dronabinol è fornito in pillole che sono virtualmente senza utilità per chiunque abbia il vomito, ed è difficile assumere la giusta dose di dronabinol finchè non potrà essere fumato. Infine perchè il dronabinol è solo una delle molte sostanze chimiche della cannabis, per alcune malattie non ha efficacia. Molti pazienti non amano gli effetti del dronabinol perchè non contiene alcune delle sostanze chimiche con effetto più calmante che sono presenti invece nella marijuana.

Added (08.09.2010, 21:37)
---------------------------------------------
7. Quali altri usi ci sono per la canapa?
Uno degli usi più recenti della canapa è nei materiali da costruzione. La canapa può essere usata per produrre tavole pressate, o tavole composte. Per questo bisogna incollare i fusti fibrosi sotto pressione per produrre una tavola che è molte volte più elastica e durevole del legno. Poichè la canapa produce una fibra lunga e resistente, è la perfetta materia prima per tavole pressate. Un'altra interessante applicazione della canapa nell'industria è per fare la plastica. Molti materiali plastici possono essere fatti con il legno molto ricco di cellulosa della canapa. L'olio di semi di canapa ha una moltitudine di utilizzazioni in prodotti quali vernici e lubrificanti.
Usare la canapa per costruire non è sicuramente un'idea nuova. Archeologi francesi hanno scoperto ponti costruiti con un processo che mineralizza i fusti della canapa dentro un cemento di lunga durata. Il procedimento non richiede prodotti chimici e produce un materiale che ha la funzione di riempitivo nella costruzione degli edifici. Chiamato "isochanvre", ha avuto popolarità in Francia. L'isochanvre può essere usato come un muro a secco, isolante termico e contro il rumore, ed è molto durevole.
Anche le bio-plastiche non sono un'idea nuova. Questa risale a quando negli anni trenta Henry Ford aveva costruito con esse tutto il corpo della macchina, ma il processo per fabbricarle sicuramente richiede maggiori ricerche e sviluppo. Le plastiche biologiche possono essere prodotte senza molto inquinamento. Sfortunatamente non è molto probabile che le aziende esplorino il settore delle bio-plastiche finchè esse devono o importare le materie prime o violare la legge (per non menzionare la necessità di competere con i più affermati prodotti petrolchimici).


Vivi,come avresti voluto vivere,quando sul letto di morte ripenserai alla tua vita
 
paradisiverdiData: Giovedì, 09.09.2010, 01:05 | Messaggio # 13
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Danny, grazie per tale resoconto dettagliato! Infatti se proprio si deve proibire qualcosa, meglio alcol e tabacco. Abbiamo un amico statista che ci diceva proprio quello che hai scritto tu, cioè che infatti le statistiche sulle morti in generale non la menzionano neanche la canapa. Sono proprio il tabacco e l'alcol dei parecchio efficaci killer.
Poi, Mudilas, noi siamo gli ultimi ad essere dei bacchettoni, se qualcuno vuol farsi una canna, che faccia! Di certo non lo guarderemo male biggrin Per noi fa lo stesso a meno che uno non si stia ammazzando le cellule cerebrali. Noi ci teniamo semplicemente a sottolineare le proprietà principali della coltivazione della canapa, ovvero i tessuti e le sue proprietà curative.
Inoltre, se proprio vogliamo parlare di droghe, se si vuole essere salutisti nessuno degli elementi citati va bene – niente canne, niente alcol, niente tabacco. Poi sta al buon senso delle persone conoscere il proprio limite. Perché il fumo (di qualunque cosa, anche il basilico) irrita i polmoni, ecc ecc. L'alcol da sicuramente più effetti dannosi. In ogni caso, tutto va bene, purché misurato! up


Marco e Olesya
 
DannyData: Giovedì, 09.09.2010, 19:43 | Messaggio # 14
Germoglio
Gruppo: Vicino
Messaggi: 69
Reputazione: 0
Premi:0
 
Stato: Offline
paradisiverdi,
Quote
In ogni caso, tutto va bene, purché misurato!

Quindi in parole povere, se volete fumarvi i carciofi ripieni fate pure,purchè siano al massimo di 80 cm. cadauno. Ieah smok

(Dizionario della lingua Italiana di Danny, pagina 3 - Carciofo ripieno: Dicesi carciofo ripieno lo spinello rollato stile Bob Marley.)


Vivi,come avresti voluto vivere,quando sul letto di morte ripenserai alla tua vita

Messaggio modificato da Danny - Giovedì, 09.09.2010, 19:46
 
paradisiverdiData: Venerdì, 10.09.2010, 00:15 | Messaggio # 15
Admin
Gruppo: Amministratore
Messaggi: 828
Reputazione: 3
Premi:4
 
Stato: Offline
Beh in verità noi rimaniamo contrari, a livello personale, però se uno deve morire d'astinenza bisognerà tollerare biggrin

Marco e Olesya
 
Forum » Dialoghiamo! » Bersò » materiali ecologici
Page 1 of 11
Search:

Copyright paradisiverdi © 2008 - 2017 Hosted by uCoz